×

Porto Trieste, lavoratori annunciano sciopero da mezzanotte. Il Prefetto: “Non è autorizzato”

Trieste è sempre più nel caos. I lavoratori del porto di Trieste hanno annunciato lo stop a partire dalla mezzanotte. Il Prefetto: "Non è autorizzato".

Green Pass Prefetto Trieste

Manca sempre meno al 15 ottobre, ma i lavoratori del Porto di Trieste sono già pronti a scendere sul piede di guerra. Se il Prefetto Valenti non avrebbe ceduto di un passo affermando che lo sciopero non è stato autorizzato, il coordinamento dei lavoratori ha scritto sui social che verrà effettuato un blocco ad oltranza.

“Tutto il resto sono fake news” hanno scritto i lavoratori. 

Green Pass Prefetto Trieste, “Lo sciopero non è autorizzato”

Il Prefetto della città di Trieste nel frattempo ha fatto sapere che quello è stato organizzato nella giornata di venerdì 15 ottobre non è stato in alcun modo autorizzato dalla commissione di Garanzia. Il prefetto Triestino ha tuttavia precisato che, sebbene si tratti di un reato perseguibile, non sarà possibile procedere con l’arresto.

Ha inoltre aggiunto che gli organizzatori dello sciopero saranno passibili di denuncia. “L’attenzione deve rimanere alta […] Ci sarà una presenza adeguata, rafforzata delle forze dell’ordine”, ha dichiarato. 

Green Pass Prefetto Trieste, i lavoratori: “Nessuna proroga” 

La protesta dei lavoratori intanto promette di durare a lungo anche se, almeno per il momento la data di fine sarebbe fissata al 20 ottobre. Il coordinamento dei lavoratori portuali di Trieste ad ogni modo sui social ha precisato: “Nessuna proroga, blocco ad oltranza.

Tutto il resto sono fakenews”.

Green Pass Prefetto Trieste, “Se qualcuni vuole andare a lavorare, vada” 

Se la linea del coordinamento dei lavoratori del porto è quella di agire compatti con l’appuntamento che è stato fissato alle ore 6 del mattino del 15 ottobre, non verrà impedito a chiunque volesse lavorare di accedere al porto. A questo proposito Stefano Puzzer – riporta il quotidiano “Il Giorno” – ha dichiarato:  “Se qualcuno vuole andare a lavorare vada, non blocco nessuno.

Ma penso che se domani diamo una dimostrazione che siamo compatti, diamo un segnale forte a tutti”. 

Contents.media
Ultima ora