Poste Italiane novità: consegna dei pacchi anche di domenica
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Poste Italiane novità: consegna dei pacchi anche di domenica
Cronaca

Poste Italiane novità: consegna dei pacchi anche di domenica

poste italiane

Il servizio postale verrà rinforzato in modo decisivo grazie alle 10mila nuove assunzioni di giovani

Si preannuncia una grande rivoluzione presso Poste Italiane. Il nuovo piano strategico, chiamato Deliver 2022 e presentato nella giornata del 27 febbraio, prevede che verranno effettuate 10mila assunzioni nel giro di cinque anni. Il vecchio personale verrà rafforzato con giovani specializzati, esperti in ambito finanziari ed assicurativo, e che sappiano utilizzare le nuove tecnologie per gestire le varie consegne. Il servizio sarà attivo anche la domenica.

Poste Italiani piano strategico

È stato presentato ieri martedì 27 febbraio il nuovo piano strategico di Poste Italiane, che prevede un imponente rafforzamento del servizio. Questo grazie alle 10mila assunioni previste nel corso dei prossimi dieci anni. Verrà ricercato nuovo personale, giovane e specializzato. Dovrà essere esperto in ambito finanziario e assicurativo e saper operare con le nuove tecnologie per gestire la consegna della corrispondenza offrire servizi di pagamento sempre più digitali. Si tratta di un importante opportunità in un’Italia che è pesantemente martoriata dalla carenza di lavoro. Il nuovo piano strategico, chiamato Deliver 2022, è stato presentato dall’ad di poste Italiane Matteo Del Fante in seguito all’approvazione da parte del cda nel primo Capital Markets Day della società a Palazzo Mezzanotte, quello della Borsa.

Deliver 22 si presenta come un decisivo aiuto per l’occupazione di molte persone, tra cui troppi ragazzi, costretti in molti casi a cercare un posto in giro per il mondo.

Obiettivi

Si prevede quindi che, nel 2022, Poste Italiane resterà il più grosso datore di lavoro in Italia. Deliver 2022 presenta quello che sarà il più grosso turnover che sia mai stato effettuato da un’azienda italiana. Sono previste ben 20 milioni di ore di formazione con 4500 dipendenti in servizio che saranno riassegnati a un ruolo commerciale di front-line. Poste Italiane ha un obiettivo molto ambizioso. Ossia quello di divenire un’azienda, con 2,8 miliardi di investimenti, più automatizzata e digitalizzata. Prevede di essere in grado di riorganizzare i servizi al passo con i cambiamenti del mercato.

Dal punto di vista pratico, si mirerà a migliorare il tempismo delle consegne. Matteo Del Fante ha affermato che corrispondenza e pacchi rappresenteranno sempre il cuore delle Poste Italiane.

La concorrenza con Amazon è considerata un’opportunità. Verranno perpetuate le consegne a giorni alterni, e quelle quotidiane per pacchi e raccomandati. Anche nel corso del pomeriggio. Una grande novità saranno le consegne dei pacchi alla domenica. Questo soprattutto perché molti ordini vengono fatti al venerdì o al sabato.

Ricambio generazionale

Tuttavia, è previsto che il saldo finale sarà negativo. Infatti, sono attese anche 3mila uscite annuali, che sommate in tutto saranno circa 15mila. Queste uscite saranno caratterizzate da prepensionamenti e accordi volontari per il pensionamento anticipato. Parallelamente a ciò, avrà luogo comunque un importante ricambio generazionale. Andando ancora oltre l’anno 2022, nel giro di 10 anni si vedrà oltre la metà degli attuali dipendenti (in tutto circa 138mila aventi un’età media di circa 50 anni) ricevere l’assegno dell’Inps.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche