Poste italiane ed i prestiti e finanziamenti per i lavoratori - Notizie.it
Poste italiane ed i prestiti e finanziamenti per i lavoratori
Mutui e Prestiti

Poste italiane ed i prestiti e finanziamenti per i lavoratori

Il “Prestito BancoPosta” è un finanziamento personale cui può accedere, in via esclusiva, la clientela di Poste Italiane S.p.A. (di seguito “Poste”). Il Prestito BancoPosta è concesso a proprio insindacabile giudizio da Deutsche Bank S.p.A., con sede legale in Milano, Piazza del Calendario 3, capitale sociale Euro 310.659.856,26, codice fiscale, partita IVA e iscrizione al registro delle imprese di Milano n. 01340740156, iscritta all’albo delle banche e capogruppo del gruppo bancario Deutsche Bank, a sua volta iscritto all’albo dei gruppi bancari (di seguito la “Banca”), a quel soggetto che sia persona fisica intestataria di un conto corrente postale (di seguito il “Conto BancoPosta”) sul quale sia domiciliato l’accredito mensile dello stipendio e abbia inoltrato l’apposito relativo modulo di richiesta alla Banca per il tramite di Poste (di seguito il “Cliente”). La richiesta del Prestito BancoPosta dà vita al relativo contratto di finanziamento (di seguito il “Contratto”) una volta che il Cliente abbia ricevuti la comunicazione di accettazione da parte della Banca e l’accredito, nel proprio Conto BancoPosta (i cui estremi sono riportati sul modulo di richiesta), della somma erogatagli dalla Banca stessa, quale indicata nel modulo di richiesta.

Il Contratto è regolato, oltre che dalle norme di cui in appresso, anche dalle condizioni economiche pro-tempore vigenti riportate sul modulo di richiesta e sul Documento di Sintesi, una cui copia è consegnata al Cliente unitamente alle presenti Condizioni generali del Prestito BancoPosta, di cui costituiscono parte integrante e sostanziale. Ove il Cliente sia coniugato, la richiesta del Prestito BancoPosta è da ritenersi avanzata al fine di soddisfare i bisogni della famiglia. Il contratto relativo al Prestito BancoPosta (Contratto) si intende concluso con l’accettazione, da parte della Banca, della Richiesta avanzata dal Cliente. La Banca provvederà entro 5 (cinque) giorni lavorativi bancari a erogare la somma richiesta. Il Cliente è obbligato a rimborsare il finanziamento tramite la corresponsione di rate mensili, il cui numero e importo (comprensivo di capitale e interessi) e la cui scadenza sono indicati sul modulo di richiesta. A seconda del fatto che la durata del finanziamento sia inferiore o meno ai 18 mesi, la prima rata sarà maggiorata dell’importo relativo all’imposta di bollo, attualmente pari a Euro 14,62, ai sensi dell’art.

2, parte I, tariffa allegata al D.P.R. 642/1972 e successive modifiche e/o integrazioni, oppure dell’importo relativo all’imposta sostitutiva, attualmente pari allo 0,25% dell’importo del finanziamento, ai sensi del D.P.R. 601/1973. Le singole rate di rimborso (per il pagamento delle quali la Banca non invia al Cliente alcun avviso di scadenza), così come tutti gli altri importi dovuti alla Banca in forza del Contratto, devono essere corrisposti alla Banca mediante addebito automatico nel Conto BancoPosta del Cliente e corrispondente accredito a favore della Banca, per il che il Cliente deve sottoscrivere l’apposita autorizzazione irrevocabile a Poste sul modulo di richiesta. Il Cliente si impegna a mantenere acceso il predetto Conto BancoPosta (e l’accredito dello stipendio su detto Conto BancoPosta) ed a precostituire sullo stesso la provvista necessaria per l’esecuzione degli addebiti fino all’estinzione del debito residuo. Qualora il Cliente intenda trasferire l’addebito delle rate su un altro Conto BancoPosta, deve inoltrarne apposita richiesta presso l’Ufficio Postale abilitato al servizio Prestito BancoPosta, fermo restando che il conto subentrante risulti sempre intestato, o cointestato, al Cliente stesso.

Poste esegue l’addebito delle singole rate in data di scadenza, così come indicatole dalla Banca e senza invio di alcuna contabile al cliente, mediante elaborazione informatica effettuata in orario antecedente l’apertura degli sportelli postali. Gli addebiti potranno avvenire soltanto se il conto sia in essere e presenti un saldo disponibile sufficiente a coprire per intero l’addebito stesso, ferma la responsabilità del Cliente nei confronti della Banca per l’eventuale mancato pagamento e ferma l’estraneità di essa Poste al rapporto tra Cliente e Banca, e trovando applicazione con riferimento a detti addebiti – per quanto qui non diversamente disciplinato – tutte le altre norme previste al riguardo nell’ambito della disciplina del Conto BancoPosta.

Prestito BancoPosta

Prestito BancoPosta è la soluzione ideale dedicata ai titolari di ContoBancoPosta per realizzare i tuoi progetti più importanti in piena tranquillità. In pochi giorni, puoi ottenere fino a 30.000 euro direttamente sul tuo Conto BancoPosta e scegliere la durata di rimborso a te più comoda.

Tutto su Prestito BancoPosta
Importo Da 1.500 a 30.000 euro
Durata Da 12 ad 84 mesi
TAN TAN 9,50% per importi da 1.500 a 10.000 euro
8,50% per importi oltre 10.000 euro
TAEG 9,94% per importi da 1.500 a 10.000 euro
8,85% per importi oltre 10.000 euro
Istruttoria gratuita
Modalità di erogazione Accredito su conto BancoPosta
Commissioni di incasso rata gratuite
Invio comunicazioni gratuite
Assicurazione (facoltativa) 2,00% dell’importo erogato per durate fino a 60 mesi
3,65% dell’importo erogato per durate oltre 60 mesi
Prestito BancoPosta Studi

Prestito BancoPosta Studi fino al 15 dicembre 2010 ti assicura un tasso promozionale del 6,90% (TAEG max 7,15%) e nessuna spesa accessoria.

Puoi richiedere e ottenere in pochi giorni fino a 5.000 euro per famiglia.

Prestito BancoPosta Famiglia
Prestito BancoPosta Famiglia fino al 31 dicembre 2010 ti assicura un tasso speciale del 6,90% (TAEG max 7,14%) e zero spese.
Puoi richiedere e ottenere in pochi giorni fino a 15.000 euro e rimborsarli con rate da 12 a 84 mesi.
Prestito Bancoposta online
Se hai un conto BancoPosta online puoi richiedere direttamente dal tuo computer un prestito fino a 20.000 euro al TAN speciale dell’8,50% (TAEG/ISC massimo 8,85).

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*