×

“Pre-Occupiamoci della meningite in Campania”, in streaming su Adnkronos – GUARDA LA DIRETTA

featured 1612202

(Adnkronos) – Un confronto fra clinici, esperti e istituzioni per favorire la corretta informazione e aiutare le persone a proteggere se stesse e gli altri. Questo l'obiettivo di "Pre-Occupiamoci della meningite in Campania: la protezione del paziente pediatrico", la tavola rotonda virtuale in programma il 24 maggio alle ore 11 in diretta streaming sui canali Adnkronos.

Le malattie batteriche invasive includono tutte quelle infezioni che “invadono” un ambiente normalmente sterile (liquido cerebrospinale o sangue) con conseguenze molto gravi e spesso fatali, come la meningite e la sepsi. La meningite meningococcica è un’infezione grave, disabilitante e spesso mortale, seppure rara. Il 10% dei pazienti va incontro al decesso nonostante riceva cure adeguate. Il 10-20% dei sopravvissuti può andare incontro ad amputazioni, danni cerebrali, perdita dell’udito, disturbi dell’apprendimento.

Un rischio che è maggiore nei bambini in tenera età.

Se c’è una cosa che Covid-19 ci ha insegnato è che il rischio di una pandemia va affrontato (se possibile) prima che questa si manifesti. Ecco perché è importante “pre-occuparsi” di una patologia così grave come la meningite e, più in generale, come le malattie batterico invasive, senza allarmismi ma con una corretta informazione sugli strumenti di prevenzione disponibili.

All'incontro, promosso da Adnkronos Comunicazione con il supporto non condizionante di Glaxo Smith Kline, intervengono: Pietro Buono, Dirigente Struttura Supporto Tecnico Operativo Direzione Generale Salute, Regione Campania; Angelo D’Argenzio, Dirigente UOD Prevenzione e Igiene Sanitaria, Regione Campania; Antonio D'Avino, Medico pediatra e Presidente Fimp; Rocco Russo, Specialista Ambulatoriale Pediatra presso l’ASL di Benevento; Carla Ungaro Dirigente Medico Pediatra Asl Napoli 1 e Amelia Vitiello, presidente Liberi dalla meningite.

Modera il giornalista Ettore Mautone.

Contents.media
Ultima ora