×

Precauzioni standard contro l’HIV

default featured image 3 1200x900 768x576

Gli Stati Uniti hanno regolamentazioni per la salute e la sicurezza di tutti i lavoratori pubblici che trattano direttamente con i casi di HIV e AIDS. Il primo governo ha applicato delle precauzioni standard (o universali) da rispettare nel 1983, non molto tempo dopo che il mondo occidentale scoprì l’HIV e l’AIDS.

Da allora, ci sono stati aggiornamenti. La normativa essenziale riguarda principalmente quei fluidi corporei che portano e trasmettono il virus HIV.

vid GT8
Abbigliamento di protezione
Gli operatori sanitari devono indossare guanti, occhiali, coprirsi il volto e grembiuli o camici ogni volta che c’è una possibilità di contatto diretto con i liquidi del sangue, liquido seminale o vaginale.

Tali situazioni comprendono procedure invasive in cui c’è una possibilità di schizzi, e il contatto con ferite aperte o la pelle rotta.

Igiene
Gli operatori sanitari devono lavare tutte le superfici visibili della pelle dopo il contatto con i fluidi corporei. Questo include le mani, dopo aver tolto i guanti.

Strumenti affilati
Gli operatori sanitari devono prestare particolare attenzione quando si usano strumenti appuntiti come aghi e bisturi. La prevenzione degli infortuni per se stessi e i pazienti riduce il rischio di trasmissione dell’HIV attraverso il sangue.

Gli aghi devono essere smaltiti in appositi contenitori che non si possono rompere, forare o avere perdite.

Lavorare con infezioni
Gli operatori sanitari che hanno ferite aperte non dovrebbe avere un contatto diretto con i pazienti.

Rianimazione
Dispositivi di ventilazione devono essere disponibili in ogni situazione in cui la rianimazione è probabile. Le linee guida, tuttavia, riconoscono che la saliva non causa direttamente l’HIV.

Campo di specifiche procedure
Durante le procedure chirurgiche invasive, gli strumenti e le attrezzature devono essere regolarmente sterilizzate.

I chirurghi devono sostituire guanti e maschere immediatamente, se sono rotti o danneggiati. Altre professioni che devono prendere precauzioni sono odontoiatri e impresari di pompe funebri.

Contents.media
Ultima ora