Precipita aereo diretto in Siria, a bordo il coro dell'esercito russo | Notizie.it
Precipita aereo diretto in Siria, a bordo il coro dell’esercito russo
Cronaca

Precipita aereo diretto in Siria, a bordo il coro dell’esercito russo

Un aereo con a bordo 93 persone compresi i 64 membri del Coro dell’Esercito russo, erede del Coro dell’Armata rossa, è precipitato nel mar Nero poco dopo il decollo. La tragedia è avvenuta poche ore fa quando l’aereo militare russo, un trimotore Tu-154, è scomparso subito dopo il decollo della città di Sochi, diretto verso la base russa di Latakia in Siria. La comunicazione dell’incidente e del ritrovamento è arrivata dal ministero della Difesa russo, dopo l’individuazione di frammenti dell’aereo nel mar Nero. Il coro avrebbe dovuto tenere, in Siria, un concerto per celebrare il nuovo anno, dedicato alle truppe russe dislocate nel Paese.

E’ improbabile vi siano sopravvissuti: oltre ai 64 membri del coro a bordo c’erano 8 membri dell’equipaggio e 8 militari, 2 responsabili civili, giornalisti ed un membro di un’organizzazione umanitaria. Poche ore dopo l’incidente il capo della Commissione Difesa del Senato russo, Viktor Ozerov, ha dichiarato: “Escludo totalmente la tesi dell’attentato.

L’aereo apparteneva al ministero della Difesa russo ed è precipitato nello spazio aereo russo. Una simile tesi è impossibile”; alla base dell’incidente vi sarebbe un guasto tecnico o forse un errore umano. Roman Volkov, pilota del velivolo, aveva alle spalle oltre 3000 ore di volo; l’aereo aveva 33 anni anche se Serghiei Kalachnikov, vicepresidente della commissione parlamentare sulla politica economica, ciò non significa che il velivolo non funzionasse bene. “Trentatré anni è un tempo lungo, ma non critico”, ha dichiarato.

Domani 26 dicembre sarà giorno di lutto nazionale per le vittime dell’aereo precipitato, come dichiarato dal presidente russo Vladimir Putin che ha aggiunto: “Ci sarà un’inchiesta approfondita sulle ragioni della catastrofe, e faremo di tutto per fornire il nostro sostegno alle famiglie delle vittime”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Daniele Orlandi
Daniele Orlandi 6088 Articoli
Ama osservare, carpire ogni sfumatura, cogliere l'attimo e raccontare il tutto sulla carta stampata e sul web. Nato a Milano, dopo la laurea in Comunicazione Digitale ha intrapreso l'attività giornalistica sul campo pubblicando interviste, inchieste e approfondimenti su testate cartacee ed online. L'altra passione insieme alla scrittura? la musica. Dal 2011 collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile.