×

Prete aggredito da due sconosciuti a Cerignola: calci e pugni mentre andava in chiesa

Si scava nella sfera personale e sociale di un prete che è stato brutalmente aggredito da due sconosciuti a Cerignola mentre andava in chiesa

La Polizia indaga sull'aggressione al prete pugliese

Violenza bruta e gratuita in Puglia, dove un prete è stato aggredito da due sconosciuti a Cerignola: secondo il racconto dei media locali il religioso avrebbe ricevuto calci e pugni mentre andava in chiesa. Il sacerdote, di cui non è stata resa nota l’identità, non sarebbe stato oggetto di rapina ma le indagini puntano su una ritorsione, Il dato è che il prete in questione è stato aggredito all’improvviso da due persone con il volto travisato

Prete aggredito da due sconosciuti: l’agguato vicino la chiesa

L’agguato è scattato nel tratto di strada che congiunge la chiesa alla casa canonica e il parroco è stato picchiato selvaggiamente. Pare che la vittima sia stata malmenata con pugni e calci che lo hanno costretto a ricorrere alle cure del pronto soccorso cittadino, anche se è accertato che non ha riportato ferite serie. Le indagini su quell’aggressione sono state prese in carico dalla Polizia di Stato

Le indagini della Polizia per individuare gli autori

Lo scopo degli investigatori è di risalire agli autori partendo dal possibile movente, ecco perché la vittima è stata ascoltata anche in ordine ad episodi apparentemente insignificanti. Di certo il prete non è stato rapinato, perciò le ricerche degli inquirenti si stanno concentrando sulla sfera sociale del prelato. E Cerignola non è nuova purtroppo vedere suoi cittadini oggetto di violenza: qualche settimana fa a finire nel mirino dei no vax era stato Giacomo Cirulli, 69 anni pugliese di Cerignola, che è vescovo delle diocesi di Teano-Calvi e Alife-Caiazzo, in provincia di Caserta.

Contents.media
Ultima ora