×

Previsioni meteo 30 luglio 2021: Italia divisa tra caldo africano al Sud e temporali al Nord

Le previsioni meteo del 30 luglio 2021 parlano di un Italia divisa in due, tra il caldo africano del Sud e qualche temporale al Nord.

Caldo

Le previsioni meteo del 30 luglio 2021 parlano di un Italia divisa in due, tra il caldo africano del Sud e qualche temporale al Nord. Nella giornata di domani alcune regioni avranno temperature fino a 40 gradi, ma non mancheranno le piogge, soprattutto al Nord.

Previsioni meteo 30 luglio 2021: l’Italia divisa in due

Le previsioni meteo di venerdì 30 luglio 2021 prevedono una divisione per le Regioni Italiane. Se il Sud dovrà fare i conti con il caldo, il Nord avrà di nuovo a che fare con i temporali. L’intera penisola sarà caratterizzata da temperature molto alte e afa. Al Sud le temperature potrebbero toccare i 40 gradi, a causa del ritorno dell’anticiclone africano.

Al Nord, invece, farà più fresco. La situazione di stabilità continuerà per tutto il weekend, ma sui rilievi alpini e prealpini potrebbero esserci dei forti temporali a partire dal tardo pomeriggio.

Previsioni meteo 30 luglio 2021: caldo intenso ma rischio pioggia al Nord

L’anticiclone africano porterà afa e caldo record su tutta Italia. Al Centro-Sud e nelle Isole le temperature saranno altissime, toccheranno i 34-35 gradi, ma con punte anche di 40 gradi e più.

Anche al Nord, nonostante i valori siano più contenuti, ci sarà un caldo afoso importante. Il passaggio di un flusso più fresco atlantico, però, farà tornare il rischio di temporali sulle regioni alpine e prealpine. Nel corso del pomeriggio, a causa del forte caldo e dei tassi alti di umidità, potrebbero manifestarsi dei temporali, verso le pianure, in particolare su quelle piemontesi e lombarde.

Previsioni meteo 30 luglio 2021: cosa accadrà nel weekend

Il weekend sarà caratterizzato dal forte caldo. Il picco si raggiungerà in alcune zone del Sud, soprattutto in sicilia, dove le temperature supereranno i 40 gradi, arrivando a toccare i 44-45 gradi nelle zone interne. I termometri saliranno anche al centro, pur non raggiungendo dei valori così alti. Le zone più calde saranno quelle interne della Toscana, del Lazio e dell’Umbria. Al Nord la situazione potrebbe cambiare a partire da sabato, tra il pomeriggio e la serata, quando un fronte temporalesco in arrivo dalla francia supererà l’arco alpino centro-occidentale. Questo causerà nubifragi molto forti che potrebbero verificarsi su Alpi e Prealpi ma anche sulle pianure di Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Contents.media
Ultima ora