×

Previsioni meteo martedì 28 novembre 2017

Giornata caratterizzata da nuvole e da qualche schiarita al meridione. Presenti dei piovaschi ed i venti saranno freddi. Mari mossi.

Previsioni meteo martedì 28 novembre 2017

Previsioni meteo

A partire da questa giornata e fino a giovedì ci sarà il transito della perturbazione n 6 del mese di novembre. Questa inizialmente coinvolgerà il Nord Est ed il Centro Sud. Gli effetti più importanti a livello di piogge li avremo sul versante tirrenico. Anche questa perturbazione sarà caratterizzata da aria fredda di origine artica. Vediamo ora nello specifico cosa ci aspetta in questa giornata nelle tre zone principali dell’Italia.

Il Nord

Ci sarà una nuvolosità in aumento sulle aree alpine e tra l’Emilia Romagna, la Liguria, il Triveneto e la Lombardia. Presenza di piogge o rovesci sul levante ligure. Saranno presenti localmente anche sulla zona centro orientale della Pianura Padana. Sulle zone alpine sono attese delle nevicate sparse, presente neve tra gli 800 ed i 1000 metri.

Il Centro

La nuvolosità sarà in rapido aumento sulle regioni tirreniche.

Piogge sparse che inizieranno sull’alta Toscana e si intensificheranno a partire dal pomeriggio per arrivare alla sera. Si estenderanno anche all’Umbria ed al Lazio. Sul resto delle regioni centrali l’inizio della giornata sarà con il cielo sereno. Delle diffuse velature inizieranno a partire dalla tarda mattinata.

Il Sud e le Isole

Sulla Sardegna a partire dalla mattina ci sarà un rapido aumento della nuvolosità. Le piogge saranno concentrate sul settore settentrionale dell’isola e si intensificheranno verso le ore pomeridiane. Il meridione avrà una giornata con ampi spazi di cielo sereno. Presente una residua nuvolosità di prima mattina sulla parte settentrionale della Sicilia. A partire dalle ore pomeridiane ci sarà un aumento della nuvolosità. Questo sia sulla Sicilia che sulle regioni che affacciano sul Tirreno.

Presenti deboli piovaschi a partire dalla sera verso la notte.

Temperature, venti e mari

Le minime aumenteranno su molte regioni italiane. Saranno in calo sulle aree del centro sud. Le massime diminuiranno sulla Pianura Padana, saranno stazionarie sulla Sicilia e sulla Calabria. Sul resto del Paese andranno in aumento. Al centro nord i venti saranno deboli variabili. Diventeranno moderati meridionali sulla Liguria e sull’Appennino settentrionale. A partire dal pomeriggio anche la Sardegna, le coste dell’Emilia Romagna, il Veneto, il Friuli Venezia Giulia e le regioni peninsulari saranno interessate. Al Sud saranno moderati settentrionali, sulle regioni Ioniche al mattino avranno dei residui rinforzi. Verso il tardo pomeriggio i venti diventeranno deboli o moderati dai quadranti meridionali. Per quanto riguarda i mari saranno agitati la mattina il basso Adriatico e lo Ionio.

Molto mossi lo stretto della Sicilia, il basso Tirreno ed il canale di Sardegna. Il moto ondoso andrà attenuandosi durante la giornata. L’Alto Adriatico sarà poco mosso. I rimanenti mari saranno mossi. Avranno la tendenza a diventare molto mossi il mar Ligure, il mare di Sardegna, il Tirreno settentrionale e l’alto Adriatico.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche