×

Primarie. Scende in campo l’uomo che ci insegnò a leggere

Condividi su Facebook

Gian Mario Anselmi, l'uomo che ha insegnato a leggere a più di una generazione di studenti, è il primo nome in corsa per la poltrona da sindaco di Bologna.

Gian Mario Anselmi, docente di letteratura italiana, si candida alle primare del Pd. Credo che sia una magnifica notizia perchè il prof Anselmi ha insegnato a migliaia di studenti ad essere lettori attivi dei classici per interrogarne le svariate dimensioni e la drammatica attualità.

A molti sembrerà strana una candidatura del genere, e qualcuno si domanderà che c’entra un uomo che parla di Machiavelli o di Tabucchi con le vicende da filmetti di serie B che hanno coinvolto il nostro precedente sindaco. O, ancora peggio, che cosa può condividere con una politica italiana senza anima, basti pensare solo alle ultime notizie dal fronte PDL targato Nik Cosentino.

Anselmi ha insegnato ai suoi alunni che i padri fondatori della nostra Italia sono proprio letterati, da Dante a Pasolini. E leggerli ci aiuta e ci aiuterà a comprendere la complessità dell’agire umano, dunque politico. Auguriamo ad Anselmi un lungo percorso politico e dedichiamo a coloro che nella politica ancora ci credono un passo tratto da una sua lettura – commento della Gerusalemme Liberata di Tasso.

Il viaggio è dentro di sé, nelle sponde del mare inquieto e sofferto del proprio cuore, dove solo però, auspice Amore, può allogare la propria patria vera, l’utopia di un “altrove” di un “Cielo” che può coesistere con l’hic et nunc del nostro tragico destino di uomini“.

Luigia Bencivenga


luigia bencivenga

guarda il mio profilo
su giovaniartisti.it


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.