Primavera e pollini
Guide

Primavera e pollini

Oggi un articolo su Leggo intitolato “Una primavera da piangere” riportava in primo piano il lato negativo della primavera: le allergie. Secondo quanto riportato nell’articolo, le condizioni metereologiche da gennaio ad oggi hanno creato l’habitat ideale per la proliferazione dei pollini. Il risultato è che la loro produzione è iniziata in anticipo e finirà a luglio. Un tempo eterno per chi soffre di allergie, che sempre secondo quanto riportato, sono un vero esercito costituito in Italia da 15 milioni di persone.
Per tenersi informati sulla diffusione dei vari tipi di pollini è possibile consultare il sito dell’Arpa (ogni regione ha la sua Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale). Al link “Pollini allergenici” (nome valido per l’Arpa Piemonte ma credo che negli altri differisca di poco) sono pubblicati i dati riferiti alla concentrazione dei pollini divisi per tipo di piante e per provincie. Il tutto rapportato alle condizioni meteo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche