×

Primo atterraggio simulato su Marte

L’Agenzia Spaziale Europea (ESA) ha organizzato una simulazione del lungo viaggio verso Marte e delle possibili conseguenze dell’isolamento sugli astronauti. Per la Missione Mars 500, sei uomini sono da otto mesi all’interno di un simulatore presso l’Istituto di Biomedica di Mosca. Dell’equipaggio fanno parte un italo-colombiano, Diego Urbina, il russo Alexandr Smoleevskiy e il cinese Wang Yue; i russi Alexey Sitev e Sukhrob Kamolov e il francese Romain Charles fanno invece da supporto.

La missione è iniziata a giugno, ma è arrivata all’apice: domani 14 febbraio infatti i tre uomini all’interno del modulo di atterraggio, indossata la tuta pressurizzata che viene usata per le camminate spaziali, cammineranno sul suolo di Marte ricostruito nel simulatore.

Urbina sta tenendo un vero e proprio diario su Twitter; racconta così il progressivo avvicinamento a Marte: “All’inizio si vede un punto rossastro poco più grande di come è Marte visto dalla Terra. Poi, alla distanza di un paio di milioni di chilometri diventa una piccola arancia e a quel punto diventa possibile vedere anche due puntini: le lune marziane Deimos e Phobos … dopo due giorni, la palla color ruggine diventa un gigante che occupa l’intero schermo, o la finestra”.

Numerosi gruppi scientifici italiani controllano lo stato di buona salute degli uomini: sono coinvolte l’Università di Bologna, la Scuola Superiore di Sant’Anna di Pisa, il CNR di Pisa, l’Università della Tuscia, la fondazione Maugeri di Milano e l’Inrca di Roma.

Ma non è importante monitorare solo gli aspetti fisici dell’equipaggio: i problemi maggiori potrebbero riguardare i fenomeni psicologici che potrebbero scaturire dal lungo viaggio.

Occorre essere preparati sulle possibili reazioni a “imprevisti”, che dipendono non solo dalla personalità di ciascun membro dell’equipaggio, ma anche dalla sua cultura.

Naturalmente, perché queste ricerche possano essere davvero messe in atto sarà necessaria una forte collaborazione internazionale: è ormai impensabile che uno stato da solo ce la possa fare!

Scrivi un commento

1000

Leggi anche