×

Primo caso di vaiolo delle scimmie confermato negli Usa e in Canada i casi sono decine

Il vaiolo delle scimmie arriva negli Usa e in Canada i casi sono decine, con le autorità di Montreal che stanno monitorando 13 possibili infezioni

Il "Monkeypox" arriva in Usa e Canada

Primo caso di vaiolo delle scimmie confermato negli Usa e in Canada i casi sono decine, i media spiegano che un uomo del Massachusetts ha contratto il virus pare proprio dopo un viaggio nel paese nordamericano vicino. Il dato è che dopo i casi già censiti in Regno Unito, Spagna e Portogallo, il cosiddetto “Monkeypox” sta colpendo anche altre nazioni.

Nazioni fra cui appunto gli Stati Uniti, nei quali una nota ufficiale del CDC assevera il caso censito. 

Il vaiolo delle scimmie arriva negli Usa

In Canada ci sarebbero invece diverse decine di casi sospetti che però per ora sono oggetto di indagine. Dal canto loro i servizi sanitari della città canadese di Montreal hanno affermato che è in corso una indagine su “almeno” 13 casi sospetti e che i risultati arriveranno entro pochi giorni.

La situazione attuale in Europa

E in Europa? Nella giornata di  mercoledì 18 maggio il Portogallo aveva segnalato venti possibili contagi vicino Lisbona e di essi cinque sono già stati confermati. Poi c’erano stati gli otto casi sospetti in Spagna e nel Regno Unito, dove il vaiolo delle scimmie era già comparso nel 2021 e ad inizio anno, ci sono stati nove casi confermati. Come spiegato da molti media in questi giorni il vaiolo delle scimmie comporta sintomi influenzali e una caratteristica eruzione cutanea, soprattutto sul viso ma anche su altre parti del corpo.

Il virus viene trasmesso attraverso l’aria, tuttavia sembra che una grande percentuale di nuove infezioni si sia verificata attraverso lo scambio o il contatto con materiale organico.

Contents.media
Ultima ora