×

Primo esposto serio contro il ministro Speranza per la gestione dei malati Covid

Arriva il primo esposto serio contro il ministro Speranza e la gestione dei malati Covid, deposto dall'avocato Erich Grimaldi alla Procura di Roma.

Roberto Speranza

Arriva il primo esposto serio contro il ministro Speranza per la gestione dei malati Covid, deposto dall’avocato Erich Grimaldi alla Procura di Roma e di Bergamo.

Primo esposto serio contro il ministro Speranza per la gestione dei malati Covid

Arriva ufficialmente il primo esposto serio contro il ministro della Salute, Roberto Speranza e contro la gestione dei malati di Covid. L’avvocato Erich Grimaldi, presidente del Comitato per la Cura Domiciliare Covid-19, ha depositato un esposto alla Procura di Roma e uno in quella di Bergamo per chiedere alla Magistratura di fare chiarezza sulla gestione dell’emergenza e sul mancato coinvolgimento dei medici di base che hanno seguito e curato migliaia di persone in questi due anni.

Primo esposto serio contro il ministro Speranza: la mancata risposta del governo

Il Governo non ha mai risposto, neanche quando a chiedere spiegazioni è stato il Senato. Quando si è trattato di mettere nero su bianco i protocolli ministeriali, i medici sono stati dimenticati, secondo quanto riferito da Grimaldi. L’avvocato è rimasto incredulo per il fatto che il Ministero della Salute il 20 novembre 2021 abbia rilasciato delle linee guida sulle cure domiciliari quasi identiche a quelle dell’anno precedente, nonostante le tante esperienze maturate sul campo e le informazioni acquisite da tanti medici che hanno sempre curato i pazienti a casa.

Abbiamo lavorato duramente, la mia prima richiesta di lavorare a un protocollo di cura domiciliare univoco nazionale risale addirittura al 30 aprile 2020: da allora è stato un continuo tentare di dialogare con il Ministero della Salute, offrire esperienze, disponibilità, poter dare finalmente una risposta a questa grave emergenza. Tuttavia è fallito anche il tentativo da parte del sottosegretario Pierpaolo Sileri di organizzare un tavolo che coinvolgesse i medici che hanno curato i malati di Covid in fase precoce” ha spiegato Grimaldi.

Primo esposto serio contro il ministro Speranza: “Qualcosa volontariamente non è stato fatto funzionare”

È veramente assurdo che non sia stata data alcuna possibilità a queste centinaia di professionisti di portare il proprio bagaglio di esperienze al servizio delle istituzioni. È ovvio che qualcosa non ha funzionato, aggiungerei anzi che qualcosa volontariamente non è stato fatto funzionare. Ed è un diritto dei cittadini capire il perché. A oggi riceviamo centinaia di richieste di aiuto di persone abbandonate a casa da medici di medicina generale, persone alle quali viene detto di attendere l’evolversi della malattia assumendo solo paracetamolo (formula che risulta totalmente fallimentare)” ha spiegato l’avvocato Grimaldi. Il legale aveva già chiesto spiegazioni al sottosegretario Costa, che non ha risposto. Questo continuo fuggire alle domande e questa decisione di mettere da parte l’esperienza di medici che hanno curato i malati Covid a casa risulta totalmente incomprensibile, come ha sottolineato l’avvocato Grimaldi. È il momento che la magistratura intervenga per fare chiarezza.

Contents.media
Ultima ora