×

Problemi erezione: cause e rimedi

erezione

I problemi di erezione, in forma più o meno grave, affliggono molti uomini, non necessariamente anziani. Quali sono le cause?Che rimedi si possono adottare?

Molti uomini, non necessariamente anziani, soffrono di problemi di erezione. Per la precisione, quando si parla di queste problematiche si usano le espressioni disfunzione erettile o impotenza maschile. In particolare questo disturbo consiste nell’incapacità di realizzare o mantenere una piena erezione del pene, impedendo quindi di condurre un rapporto sessuale completo. Le cause possono essere di due tipi: psicologiche o fisiche. I rimedi, oltre a quelli farmacologici, possono essere anche naturali. Certo l’efficacia varia in base alla causa scatenante e alla gravità del problema.

Cause fisiche

Le cause fisiche dei problemi di erezione sono le più diffuse. Al primo posto ci sono disturbi o malattie cardiovascolari che influenza l’erezione. L’aterosclerosi, cioè i vasi sanguigni parzialmente occlusi, pressione alta, diabete, obesità e patologie cardiovascolari in genere sono le più pericolose.

Anche la sindrome metabolica può rientrare in questa categoria, poiché causa aumento di pressione, insulina, grasso corporeo e colesterolo. Anche le malattie del sistema nervoso possono rappresentare un pericolo per l’erezione maschile, in particolare, patologie come Morbo di Parkinson e Sclerosi multipla. Anche un’eventuale lesione spinale o un ictus sono da ritenere delle cause. Infine il malfunzionamento della tiroide -iper o ipotiroidismo – il Morbo di Cushing e i bassi livelli di testosterone essere annoverati tra le cause ormonali. Altri fattori che influenzano la corretta erezione sono fumo, alcol, droghe, alcuni tipi di farmaci e i trattamenti per la prostata.

Cause psicologiche

Spesso i problemi di erezione però non sono legati a problemi fisici ma nascondo disagio psicologico o sono legati a malattie della mente.

Tutte le condizioni legate alla salute mentale, ansia, stress, depressione e fatica eccessiva sono potenziali pericoli. Anche essere stati vittima di abusi sessuali condiziona le relazioni future del soggetto e può portare a disfunzione erettile. Se nella coppia o nell’approccio con una nuova partner si presentano problemi di comunicazione, stress e preoccupazioni di altro tipo, attenzione: mai sottovalutarli. In genere sono più frequenti le cause fisiche, ma, anche quando dovessero essere psicologiche, bisogna sempre intervenire. I pericoli per chi sottovaluta la disfunzione erettile possono dare vita a complicanze come bassa autostima, insoddisfacente vita sessuale, problemi di coppia e incapacità di concepire. Naturalmente l’ansia e lo stress, oltre a causare questo disturbo, ne sono anche delle conseguenze, creando un circolo vizioso.

Rimedi farmacologici

I rimedi farmacologici ai problemi di erezioni intervengono sul disturbo, come il Viagra, ma non sulle cause.

Per ottenere e poter assumere farmaci di questo tipo è sempre bene consultare uno specialista e stare molto attenti alle controindicazioni. Qualora però i farmaci non dovessero essere efficaci si può ricorrere a soluzioni meccaniche. La prima è la pompa per il pene, un dispositivo di forma cilindrica alimentato a batteria o a mano. La pompa è vuota al suo interno per far sì che la pressione spinga il sangue nei vasi sanguigni del pene, tenendolo eretto. La protesi invece viene applicata chirurgicamente ai lati del pene. Questa soluzione è in genere costosa e rappresenta l’ultima spiaggia, cui ricorrere solo dopo aver tentato ogni altra strada. Infine la chirurgia vascolare: sono molto rari i casi in cui i problemi di erezione sono causati da mal funzionamento dei vasi sanguigni. Se è il vostro caso, potete affidarvi alla chirurgia che ripararerà i vasi danneggiati.

Rimedi naturali

I rimedi naturali ai problemi di erezione non sempre sono efficaci o affidabili. Alcuni di questi non interferiscono con farmaci o altri trattamenti, mentre altri possono essere pericolosi. L’agopuntura non ha particolari controindicazioni e può essere tentata, così come l’assunzione di Ginseng rosso coreano e di Ginko. Queste due piante hanno il potere di aumentare la pressione sanguigna quindi bisogna stare attenti a non abusarne. Infine anche un trattamento a base di DHEA sembra essere una soluzione. Questo ormone è una componente essenziale del testosterone ma, anche in questo caso, attenzione a chi soffre di disturbi ormonali. Qualsiasi terapia si decida di intraprendere, è sempre importante consultare un medico.


Contatti:

Contatti:
Caricamento...

Leggi anche