×

Problemi per l’estradizione del boss Falsone

La Procura di Palermo ha inviato una richiesta di estradizione alla Francia per Giuseppe Falsone, il boss mafioso arrestato venerdì a Marsiglia. Falsone è stato arrestato dalla polizia francese con la collaborazione della polizia italiana ed è attualmente detenuto nel carcere di Marsiglia. Francesco Messineo, procuratore capo della procura di Palermo, ha precisato come il capomafia di Agrigento, uno dei favoriti di Provenzano e del super latitante Matteo Messina Denaro, ha commesso anche crimini in Francia, producendo documenti falsi, e che quindi il tempo di trasferimento verso l’Italia potrebbe essere un po più lungo. Giuseppe Falsone, 40 anni, era nel nostro paese sulla lista dei 18 latitanti più ricercati dalla polizia ed era stato condannato in passato per associazione mafiosa, estorsione e omicidio.

Gli era stato dato l’ergastolo nel 2004 ed era stato condannato a 22 anni e sei mesi in un altro processo in marzo. Il boss durante la latitanza si era sottoposto ad un intervento di chirurgia plastica facciale, rifacendosi il naso e comunicando con i picciotti tramite Skype e Facebook. Nel monolocale di lusso al centro di Marsiglia in cui viveva, la polizia ha sequestrato vari documenti e cinque computer portatili. Al momento dell’arresto Falsone aveva una carta di identità francese con un nome italiano.

Dottore in Giornalismo per uffici stampa, blogger dal 2005, a breve giornalista pubblicista, si interessa di tutto. Ma anche di più. Lo trovate sempre in giro per Palermo.


Contatti:

Contatti:
Francesco Quartararo

Dottore in Giornalismo per uffici stampa, blogger dal 2005, a breve giornalista pubblicista, si interessa di tutto. Ma anche di più. Lo trovate sempre in giro per Palermo.

Caricamento...

Leggi anche