×

Professore picchiato dopo scuola: “I mandanti? I genitori”

Professore picchiato dopo scuola, aggredito dai genitori degli alunni. "Ho dato una nota ai ragazzi, hanno voluto punirmi", ha dichiarato il docente.

Picchiato dopo scuola, prof aggredito dai genitori degli alunni

Professore picchiato dopo scuola, aggredito dai genitori degli alunni che suppliva. Enrico Morabito, supplente di 42 anni, è stato raggiunto da cinque uomini, in pieno giorno, che l’hanno percorsso davanti a casa.

Professore picchiato dopo scuola

“Ho dato una nota ai ragazzi e per questo hanno voluto punirmi”, ha dichiarato Morabito, “Hanno citofonato a casa mia intorno alle quattro del pomeriggio.

‘Siamo amici di Enrico, può chiedergli di scendere’, hanno detto a mia madre”.

Il professore, dopo l’ultimo dei cinque giorni di supplenza alla scuola media Antonio De Curtis di Casavatore, paese in provincia di Napoli, è stato aggredito da alcuni genitori.

Picchiato dopo scuola, il professore: “Ero una maschera di sangue”

“Quando sono uscito dal portone, uno di quei cinque, quello che poi si è rivelato anche il più accanito, mi ha chiesto ‘Sei tu Enrico?’, e alla mia conferma ha aggiunto: ‘Allora sei tu il professore della De Curtis'”, ha raccontato il docente, “Poi mi sono saltati addosso.

Alla fine ero una maschera di sangue. Sono dovuto andare al Pronto Soccorso e ora eccomi qui, tutto incerottato”.

Professore picchiato dopo scuola, una lettera di lamentele

Secondo il racconto di Enrico Morabito, qualche giorno prima il preside della scuola media gli aveva parlato di una lettera mandata da un genitore. Questi chiedeva l’allontanamento del professore perché avrebbe parlato di sesso e usato parole volgari. “A una bambina che mi ha parlato di Lgbt ho chiesto se ne conoscesse il significato e ho spiegato l’importanza del rispetto tra tutte le persone”, ha spiegato il docente, “Ma questo non è parlare di sesso, è parlare di civiltà”.

Contents.media
Ultima ora