Prostata infiammata, tutti i sintomi da tenere sotto controllo
Prostata infiammata,i sintomi da tenere sotto controllo
Salute

Prostata infiammata,i sintomi da tenere sotto controllo

prostata infiammata
prostata infiammata

La prostata infiammata è un disturbo fastidioso, ma che può alleviato, anche partendo dalla tavola.

La prostata infiammata, conosciuta anche con il termine di prostatite, è un disturbo che colpisce, in base alle statistiche, circa il 10% degli uomini. E’ un tipo di patologia di cui si possono distinguere diversi tipi e può nascere da fattori infettivi. L’infiammazione della prostata può essere scaturita dalle difese immunitarie che rispondono ai germi e ai batteri che risalgono attraverso l’uretra, raggiungendo la prostata tramite la vescica.

Ci sono una serie di sintomi diversi e che hanno diversi gradi di intensità che è bene tenere sotto controllo. A seconda delle varie forme, i sintomi cambiano, ma in linea di massima, sono i seguenti:

  • febbre elevata,
  • dolore alla prostata,
  • minzione più frequente e dolorosa,
  • dolore all’inguine e alla parte bassa della schiena.

Nelle infiammazioni croniche, i sintomi sono lievi e variano di intensità nel tempo. In questa guida cercheremo di capire cosa sia questo disturbo, quali sono i rimedi e quale alimentazione è necessario seguire per riuscire a curarla.

Cosa comporta la prostata ingrossata: cause, sintomi e cure

Prostata infiammata

La prostata è un organo dalla forma di castagna che si trova sotto la vescica e contribuisce alla costituzione dello sperma.

La prostata infiammata può dipendere sia da cause infettive che non infettive. Per una diagnosi maggiormente accurata, bisogna sottoporsi a degli esami e delle indagini specifiche per capire meglio lo stato infiammatorio e verificare quali cause lo hanno scatenato.

I tipi di infiammazione della prostata sono 4:

  • prostatite acuta di origine batterica: provocata da batteri e i sintomi sono improvvisi. Può essere causata da infezione dei testicoli, da un trauma lesivo nella zona perineale, da infezione alle vie urinarie
  • prostatite cronica di origine batterica: provocata anche questa da origine batterica e i sintomi sono persistenti e possono durare anche diversi mesi
  • prostatite cronica non batterica: non è una prostatite che dipende dai batteri, ma non si sa esattamente quali siano le cause che la scatenano. Si pensa a un eccesso di stress, a danni nervosi, a traumi in corrispondenza della prostata o a una attività fisica o lavorativa molto impegnativa
  • la prostatite asintomatica: come dice anche il nome, è il tipo di prostata che non dà nessun tipo di sintomo.

    Gli stessi medici non hanno ancora capito quali possono le cause e i motivi della mancanza di sintomi.

Questo tipo di disturbo può essere curato con delle terapie antinfiammatorie, antibiotiche o con farmaci alfalitici che aiutano a svuotare le urine grazie al rilassamento della muscolatura del collo della vescica e dell’uretra prostatica. Oltre a questi farmaci, i medici consigliano di adottare un tipo di alimentazione sana e un corretto stile di vita. La cura dà risultati efficaci se si interviene durante le prime fasi prima che la patologia diventi cronica.

Oltre ai farmaci e alle terapie, ci sono metodi alternativi che possono alleviare il dolore e il fastidio. I bagni caldi e le terapie riscaldanti aiutano a dare una sensazione di benessere. Si consiglia di usare dei cuscinetti termici professionali che possono essere messi nel microonde o nel forno per tenere al caldo l’area.

Reprostal: il miglior rimedio naturale

Vi indichiamo Reprostal, una novità assoluta per quanto riguarda i problemi di Prostata.

Reprostal è un rimedio naturale in capsule che aiuta ad alleviare il problema della prostata infiammata. Reprostal, secondo test e testimonianze prese sul campo, porta i seguenti benefici

  • aiuta per un buon funzionamento della prostata
  • mette la parola fine ai disturbi delle vie urinarie
  • sostiene il sistema riproduttivo
  • migliora il livello di testosterone nel sangue.

Si compone di ingredienti naturali:

  • zinco: mantiene la fertilità e aumenta il livello di testosterone nel sangue
  • ortica: impatto positivo sul sistema urinario
  • echinacea angustifolia: aiuta la ghiandola prostatica a funzionare nel modo migliore
  • mirtillo: previene le infezioni
  • selenio: distrugge i radicali liberi
  • vitamina E: protegge le cellule dagli antiossidanti.

Questo prodotto è consigliato anche da esperti perchè funziona e non possiede nessun effetto collaterale. Per chi fosse interessato, consigliamo di cliccare sulla seguente immagine

reprostal
Inoltre, è un tipo di integratore che non ha lattosio, né glutine, né ogm (Organismi Geneticamente Modificati). Si consiglia l’assunzione del prodotto due volte al giorno, al mattino e alla sera dopo ogni pasto.

Va associato a una dieta equilibrata e a uno stile di vita corretto. Questo integratore, essendo un prodotto esclusivo, è disponibile solamente sul suo sito ufficiale.

Ricordiamo che reprostal si può acquistare anche con l’opzione del contrassegno, ovvero pagando in sicurezza e comodità al corriere.

Prostata infiammata: alimentazione da seguire

Come abbiamo detto precedentemente, oltre ai rimedi come Reprostal, è importante condurre uno stile di vita che sia sano e una dieta il più possibile equilibrata. Vediamo insieme quale è la giusta alimentazione da seguire in caso di prostata infiammata.

Sia per chi soffre di prostatite acuta o cronica, la dieta deve essere a base di liquidi e di alimenti leggeri facili da digerire, con pochi ingredienti grassi di origine animale. Ci sono alcuni alimenti che sarebbe meglio eliminare dalla propria dieta:

  • bevande alcoliche
  • bevande ricche di caffeina
  • agrumi
  • cibi piccanti o troppo speziati
  • no vita sedentaria e consumo eccessivo di cioccolato.

Si consigliano alimenti, come:

  • aglio: ottimo per le proprietà antibatteriche
  • moltissima acqua
  • alimenti ricchi di fibre e vitamine
  • cereali integrali
  • frutta e verdura, ricchi di antiossidanti.

La dieta varia in base alla causa dell’infiammazione della prostata e, in alcuni casi, può anche contribuire a guarire dal disturbo, ma va seguita in modo scrupoloso e attento. Si consiglia di consumare sostanze ricche di:

  • licopene: antiossidante presente soprattutto nei pomodori, nell’anguria e nel pompelmo, perfetti da consumare in estate
  • vitamina D: presente nel latte, le uova e i funghi
  • vitamina E: antiossidante, presente in molti legumi, frumento e riso
  • polifenoli presenti nel tè verde da consumarne almeno tre tazze al giorno
  • selenio: combatte i radicali liberi ed è presente nel fegato, le uova, il riso, i legumi
  • zinco: importantissimo per la prostata e presente in alimenti quali: legumi, tuorlo di uovo, cereali, soia, carne e ostriche.
© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Apple iPhone 6s Plus 32GB Grigio - Grey
439 €
Compra ora
Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Diadora Cyclette Lilly Rigenerata
79.95 €
173 € -54 %
Compra ora
Prozis Corehr - Smartband Con Cardiofrequenzimetro
24.99 €
41.67 € -40 %
Compra ora