Prostatite, i campanelli d’allarme da non sottovalutare
Prostatite, i campanelli d’allarme da non sottovalutare
Salute & Benessere

Prostatite, i campanelli d’allarme da non sottovalutare

INFIAMMAZIONE ALLA PROSTATA.
INFIAMMAZIONE ALLA PROSTATA.

La prostatite è l'infiammazione della prostata che può essere curata grazie a rimedi, come Reprostal.

La prostatite è una malattia della prostata, una ghiandola a forma di castagna che è parte dell’apparato riproduttivo maschile. L’obiettivo della prostata è produrre la componente liquida del seme maschile. Circonda l’uretra in corrispondenza del collo della vescica. In questa guida cercheremo di capire quali sono i sintomi da non sottovalutare e quali sono i rimedi migliori per combatterla.

Prostatite

La prostatite è una infiammazione della prostata che può colpire molti individui di sesso maschile, soprattutto dopo i 40 anni di età

I tipi di prostatite sono 4 e sono i seguenti:

  • la prostatite acuta di origine batterica (o prostatite di tipo I),
  • la prostatite cronica di origine batterica (o prostatite di tipo II),
  • la prostatite cronica non-batterica (o prostatite di tipo III)
  • la prostatite asintomatica (o prostatite di tipo IV).

I fattori di rischio sono di diverso tipo:

  • disfunzioni intestinali
  • una dieta povera e una alimentazione non sana contraddistinta da diversi alcolici
  • il fumo
  • alcuni tipi di lavoro o alcune attività che possono portare il corpo a continue vibrazioni, come la corsa o la bicicletta
  • alcune disfunzioni dovute a stress o emozioni particolarmente intense che possono portare all’infiammazione.

Gli alimenti come la caffeina, il tè e il cioccolato dovrebbero essere ridotti o addirittura banditi dalla dieta.

Si consiglia di fare bagni caldi accompagnati da qualche goccio di olio essenziale per alleviare il dolore. Il pomodoro e la salsa di pomodoro sono alimenti ottimi per contrastarla, così come il succo di mirtilli o alcuni integratori che possono aiutare.

Reprostal per la prostatite

Reprostal è nuovo rimedio naturale in capsule che aiuta ad alleviare il problema della prostata infiammata. Reprostal, secondo test e testimonianze prese sul campo, porta i seguenti benefici

  • aiuta per un buon funzionamento della prostata
  • mette la parola fine ai disturbi delle vie urinarie
  • sostiene il sistema riproduttivo
  • migliora il livello di testosterone nel sangue.

Per chi fosse interessato, consigliamo di cliccare sulla seguente immagine

reprostal
Si compone di ingredienti naturali:

  • zinco: mantiene la fertilità e aumenta il livello di testosterone nel sangue
  • ortica: impatto positivo sul sistema urinario
  • echinacea angustifolia: aiuta la ghiandola prostatica a funzionare nel modo migliore
  • mirtillo: previene le infezioni
  • selenio: distrugge i radicali liberi
  • vitamina E: protegge le cellule dagli antiossidanti.

Reprostal è consigliato anche da esperti perché funziona e non possiede nessun effetto collaterale. E’ un prodotto che non si compra né in negozio né nelle parafarmacie, ma solo sul sito ufficiale del prodotto. Per averlo basta compilare il modulo e inviare l’ordine. Il pagamento avviene in consegna direttamente al corriere che porta la confezione a casa dell’acquirente garantendo completamente la privacy. Sono sufficienti due compresse al giorno per vedere i primi miglioramenti dopo i primi giorni.Inoltre, è un tipo di integratore che non ha lattosio, né glutine, né ogm (Organismi Geneticamente Modificati). Si consiglia l’assunzione del prodotto due volte al giorno, al mattino e alla sera dopo ogni pasto.

Sul sito sono presenti numerose testimonianze di chi ha provato il prodotto. Vi indichiamo quella di Marco G. di Como:

Con il tempo ha iniziato ad infastidirmi l’ingrossamento della prostata. Ho comprato Reprostal ed è passato tutto. Alla fine sono riuscito a dormire tutta la notte. Mi sono liberato del sentimento della vescica piena e posso finalmente funzionare normalmente.

Prostatite tutti i sintomi

I sintomi di questo disturbo sono diversi e sarebbe meglio non sottovalutarli:

  • difficoltà nella minzione, calo della potenza del getto urinario, sgocciolio
  • bruciore: fastidio all’ano o rettale
  • problemi nella sfera sessuale, quindi un calo del desiderio e di conseguenza delle prestazioni
  • calo della fertilità
  • tracce di urine nel sangue

Vi sono poi altri sintomi considerati molto dolorosi e che cambiano al susseguirsi delle stagioni:

  • dolore ai testicoli
  • senso di fastidio e pesantezza nella zona del perineo
  • dolore inguinale
  • dolore acuto e bruciore al pene
  • dolore a livello della vescica.

La diagnosi si verifica attraverso alcuni esami a cui è necessario che il paziente si sottoponga. Tra gli esami, vi sono:

  • visita urologica
  • uroflussimetria
  • esame delle urine e spermicoltura.

Per chi volesse approfondire l’argomento, consigliamo il seguente articolo

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Simona Bernini 10343 Articoli
Amo leggere, il tè e Parigi è la mia casa da sempre e per sempre.