×

Protesta contro Circo di Mosca/Orfei

Condividi su Facebook

Bari Antispecista organizza una protesta il 26 dicembre dalle 15.30 fino alle 22, in via Napoli davanti/contro il Circo di Mosca/Orfei, nonostante la restrizione che impedisce di usare il megafono , saranno lì ad urlare il loro disprezzo e disgusto per la schiavitù a cui in nome dell’egoismo umano questi animali sono condannati.
Informeranno i passanti e il pubblico eventuale e cercheranno di far sentire la protesta attraverso i media.

Dicono: “Questo non è ne il primo ne sarà l’ultimo, ma finché ci sarà silenzio, le cose continueranno così. Lo sturpo alla vita continuerà ancora per mano degli aguzzini, siano questi diretti, i circensi o apparentemente indiretti, il pubblico , e chi anche se fuori non fa nulla per indifferenza.”

Questa protesta avrà come scopo quello di mostrare al pubblico intento a partecipare allo spettacolo del circo Orfei-Mosca, la realtà nascosta dietro l’uso di svariate specie animali e dissuaderli dall’idea di esser complice di tale orrore e dall’incentivare questi sfruttatori che, nascosti dietro l’appellativo di artisti e sostenuti dalle sovvenzioni pubbliche, si permettono di perpetrare ogni tipo di atrocità su esseri innocenti.
A quanti lo spettacolo appare come un divertimento familiare si suggerisce di riflettere su queste poche ma inconfutabili informazioni e su ciò che esprime in senso più generale: una società della prevaricazione, del dominio e della mercificazione delle vite.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:

1
Scrivi un commento

1000
1 Discussioni
0 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
1 Commentatori
più recenti più vecchi
Colori Vivaci

Cosa ne pensate??

Dite la vostra.


Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche