×

Provocazione di Forza Nuova: un manifesto fascista per la campagna anti-migranti

Un manifesto del ventennio per lanciare una nuova provocazione contro i migranti. Così Forza nuova ha promosso una campagna destinata a provocare polemiche

Forza Nuova

“Difendila dai nuovi invasori” così recita il nuovo manifesto che in queste ore sta facendo il giro dei social degli ambienti legati all’estrema destra. Una reazione alle notizie di stupri e violenze sulle donne commesse da extracomunitari che da giorni appare sulle pagine dei giornali. A diffonderlo è stata Forza Nuova. Le polemiche non si sono fatte attendere.

Una provocazione

Per la sua nuova campagna anti-migranti, Forza Nuova ha fatto una scelta shock. Ha infatti utilizzato un manifesto con un’immagine ispirata dall’opera di Gino Boccasile. Nato nel 1901 a Bari e morto a Milano nel 1952, Boccasile è stato un famoso illustratore pubblicitario. Per lunghi anni è stato la “matita” del regime, noto per aver disegnato innumerevoli manifesti di propaganda durante il ventennio.

Nel manifesto usato da Forza Nuova si vede un uomo di colore che afferra una donna, strappandole i vestiti. Drammatico il gesto della donna che cerca di ritrarsi. Diretto anche il messaggio che accompagna l’immagine: “Difendila dai nuovi invasori. Potrebbe essere tua madre, tua moglie, tua sorella, tua figlia”.

Il messaggio lanciato attraverso i social

Per non lasciare dubbi, il messaggio del profilo facebook di Forza Nuova ha accomunato gli extra-comunitari agli invasori del 1943.1945. Ha poi rincarato la dose sostenendo che gli immigrati, “giovani viziati ai quali gli italiani pagano il soggiorno, si arrogano il diritto della conquista: lo stupro etnico“. E pensare che “non sono neppure militari”, si legge poco dopo. Da qui le accuse di fiancheggiamento e addirittura di tradimento della Patria ai sostenitori dell’integrazione.

Una posizione chiaramente xenofoba, perfettamente allineata alle campagne di protesta contro l’introduzione dello ius soli che hanno visto protagonista la formazione di estrema destra.

Le reazioni

I sostenitori di Forza Nuova hanno mostrato di condividere questa impostazione, arricchendola di ulteriori messaggi nostalgici del ventennio. Come è facile immaginare, contro questa iniziativa si sono sollevate critiche e polemiche. La più decisa è stata quella promossa dall’Osservatorio sulle nuove destre. Il manifesto è stato definito una palese istigazione all’odio razziale e ha invitato la magistratura a prendere provvedimenti. Non è stato infatti rilevato solo il messaggio anti-immigrati, ma anche una serie di riferimenti espliciti al fascismo che ha provocato ulteriore indignazione. Elementi rilanciati dai sostenitori di Forza Nuova anche sui social.

Una reazione ai recenti fatti di cronaca?

La cronaca di questi giorni ha visto molti episodi di violenza sulle donne che hanno visto per protagonisti extracomunitari.

Anche se in alcuni casi gli autori non sono stati individuati con certezza, nell’opinione pubblica sta crescendo la diffidenza verso i migranti. Forza Nuova ha quindi “battuto il ferro” dell’indignazione per sostenere le proprie posizioni anti-migranti. Posizioni non solo appannaggio dell’estrema destra, ma ormai diffuse in larghi strati della popolazione. “Stupri a go-go” è stata ieri l’apertura in prima pagina di un noto quotidiano nazionale. La polemica non si fermerà qui: il ricorso a temi cari ai nostalgici del ventennio sono infatti un moltiplicatore che farà parlare a lungo di questa iniziativa di Forza Nuova.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche