Puntini rossi sulle gambe: cosa sono e come combatterli
Puntini rossi sulle gambe: cosa sono e come combatterli
Salute & Benessere

Puntini rossi sulle gambe: cosa sono e come combatterli

Puntini rossi sulle gambe
Puntini rossi sulle gambe: cosa sono e come combatterli

I puntini rossi possono apparire all'improvviso sulla pelle, sia negli adulti che nei bambini. Scopriamo le cause più comuni e come trattarli.

I puntini rossi possono avere forme diverse, possono provocare dolore o meno, spesso possono anche essere pruriginosi. Nella maggior parte dei casi i puntini rossi sulla pelle non sono una problematica seria, ma a seconda della loro origine, è sempre opportuno trattarli affinché scompaiano del tutto, sotto la supervisione di personale esperto.

Cause puntini rossi sulle gambe

La presenza dei puntini rossi, nella maggior parte dei casi, non dovrebbe mai allarmare nessuno, ma è evidente che un consulto con il proprio medico di fiducia, a scanso di equivoci, sia preferibile perché, in alcuni casi, i puntini rossi sono la conseguenza di un problema serio.

Le cause più comuni di puntini rossi sulle gambe sono:

  • allergie
  • punture di insetti
  • condizioni particolari del derma

L’origine e la tipologia di puntino dipende dall’età e dalle condizioni di salute generali dell’individuo che ne è colpito.

Nello specifico, a volte, la presenza dei puntini rossi sulla pelle è dovuta a:

  • Cheratosi pilare.

    Se i vostri puntini sono piccoli, di colore rosso o bianco, molto simili alla pelle d’oca, sono presenti sulle gambe e, spesso, anche sulle braccia, quasi certamente avete contratto la cheraotosi pilare, una condizione comune che colpisce prevalentemente gli adolescenti e in minima parte anche le persone adulte. La patologia non è grave, ma è sempre meglio consultare il vostro medico di fiducia per l’utilizzo di prodotti specifici che vi aiuteranno ad eliminare definitivamente il problema. Nei casi più gravi di cheratosi pilare, il medico potrebbe anche consigliarvi una terapia con il laser. La cheratosi pilare, generalmente, si manifesta perché la cheratina, un proteina presente nella pelle, nelle unghie e nei capelli, ostruisce i pori che, non essendo liberi di respirare, trovano sfogo in questo modo.

  • Follicolite. Questa condizione è comune in quanti hanno l’abitudine di indossare abiti aderenti sulla pelle o nelle donne che si radono con il rasoio. In questi casi, la follicolite è anche nota come “rush cutaneo”. Molto spesso, sono causa di follicolite anche il sudore ed il calore. La follicolite è comune ad ogni età, ma potrebbe aggravarsi nei casi di:

– diabete, AIDS ed ogni altra condizione che vi rende più vulnerabili alle infezioni;

– acne ed eczema

– bagni caldi frequenti

– sovrappeso e obesità

– ferite sulla cute

La follicolite può provocare prurito e imbarazzare, solitamente guarisce da sola, ma se dovesse persistere oltre i dieci giorni è il caso che voi contattiate un medico.

  • Eczema. Se i puntini rossi sulla pelle sono particolarmente pruriginosi, estesi ed evidenti, molto probabilmente avrete contratto una qualche forma di eczema. Questa condizione fa sembrare la zona interessata asciutta e squamosa, potrebbe trasudare e dare vita a bolle o vesciche.

L’eczema tende spesso ad aggravarsi, se non trattato tempestivamente, ma soprattutto nel caso voi facciate uso di:

– prodotti per la cosmesi e la pulizia del corpo aggressivi e in ogni caso inadeguati

– prodotti per la pulizia della casa aggressivi e in ogni caso inadeguati

Infine, l’eczema potrebbe aggravarsi nel caso voi entriate in contatto con il pelo degli animali, la lana, se sudate e se siete esposti a temperature elevate.

L’origine dell’eczema è ancora oggi sconosciuta, ma secondo alcuni studi, vi sono condizioni che ne favoriscono la manifestazione. I figli nati da madri adulte sono soggetti alla manifestazione di eczema, sono soggetti ad una sua manifestazione chi vive nelle città o le grandi metropoli, a causa dei climi più rigidi e dell’inquinamento. Infine, potreste dover trattare un eczema se voi o un membro della vostra famiglia soffre di asma o di allergie di stagione. L’eczema si manifesta anche per ereditarietà.

  • Orticaria. Infine, una condizione comune di puntini rossi su qualunque zona del vostro corpo potrebbe essere la conseguenza dell’orticaria, che può colpire i soggetti di tutte le età, ma che può essere scatenata anche da diversi fattori, come per esempio, alcuni alimenti, il polline, l’uso di alcuni farmaci, le punture di alcuni insetti, il lattice, il caldo e paradossalmente anche il freddo. L’orticaria è associata anche ad alcune problematiche, quali la sinusite, il raffreddore, l’epatite, la mononucleosi e le patologie autoimmuni.

L’orticaria non è una condizione seria, a meno che non sia associata alla manifestazioni di condizioni importanti, ma è fortemente pruriginosa e dovrebbe essere trattata da un medico specialista.

Puntini rossi sulla pancia

La presenza di puntini rossi sulla pancia può essere causata dallo sfregamento di un indumento aderente, ma potrebbe anche essere il risultato di una reazione allergica legata a fattori di tipo ambientale. In alcuni casi, potreste essere stati infettati da una terza persona, a sua volta contagiata da virus o batteri di varia natura. Di solito, come per i puntini rossi sulle gambe, anche quelli sulla pancia guariscono da soli, semplicemente usando le dovute accortezze. Ad esempio, se vi rendete conto che i puntini rossi sono il risultato di uno sfregamento eccessivo da parte di un indumento aderente, evitate di indossare indumenti aderenti. Tuttavia, quando i puntini rossi sulla pancia sono pruriginosi e vi procurano dolore, valutate se è il caso di sottoporvi ad un controllo da parte del vostro medico di fiducia. Determinate condizioni, anche se non eccessivamente preoccupanti, necessitano in ogni caso di un trattamento di tipo medico.

Molto spesso i puntini rossi sulla pancia possono essere la conseguenza di un’infezione che sarà poi valutata e diagnosticata dal vostro medico di fiducia. Ad ogni modo, è nostra premura informare il lettore che, spesso, alcune condizioni sono un potenziale fattore di rischio.

I bambini molto piccoli che frequentano strutture e sono a stretto contatto con altri bambini possono manifestare puntini rossi sulla pancia, conseguenza di un’infezione. Lo stesso discorso vale per le persone anziane ospiti di una casa di riposo, la cui cute è molto più sensibile, per tanto, soggetta ad infezioni. Rischiano la comparsa di puntini rossi sulla pancia a causa di un’infezione le persone a contatto con bambini e anziani infetti.

A volte, soprattutto nei soggetti anziani ospiti di case di riposo, i puntini rossi sulla pancia vengono facilmente confusi con altri problemi della pelle o con delle piaghe. In questo caso è fondamentale prestare la massima attenzione perché un’infezione non trattata non solo potrebbe aggravarsi, ma anche mettere a repentaglio la salute e la vita del paziente affetto e di chi gli sta intorno.

Rimedi puntini rossi

Nella maggior parte dei casi, la presenza di quei puntini rossi antiestetici sulle gambe sono la conseguenza di una depilazione dolorosa e aggressiva, sia essa avvenuta con il rasoio, sia essa avvenuta con la ceretta. Avete voglia di conoscere un segreto per sfoggiare sempre delle gambe perfettamente depilate, lisce come la seta e morbide al tatto? Memorizzate queste due parole: black waxing. Chi mastica l’inglese certamente saprà che il termine, tradotto in italiano, vuol dire “ceretta nera”, un rimedio che fino a non molto tempo fa era prerogativa esclusiva delle estetisti professioniste. Oggi questo prodotto potrà essere acquistato comodamente online, pagando in contrassegno e senza spese di spedizione. Allora, siete pronte? Andiamo insieme alla scoperta di questo magico e fantastico prodotto che ogni donna dovrebbe avere con sé.

Molte donne hanno rinunciato da anni alla ceretta perché troppo aggressiva e dolorosa avvalendosi di un aiuto ben peggiore che è il rasoio. Entrambe le modalità di depilazione sono responsabili di conseguenze spiacevoli ai danni di chi ne fa utilizzo. La ceretta, ad esempio, favorisce la proliferazione dei peli incarniti, i tempi di ricrescita non sono poi così lunghi e favorisce la comparsa o la rottura dei capillari. Il rasoio, tranne che nel caso di danni ai capillari, è pressappoco responsabile delle stesse problematiche, con l’aggiunta di rendere la vostra pelle dura e ruvida al tatto. Black Waxing è la ceretta rivoluzionaria, quella che ogni donna dovrebbe avere con sé. Questo particolare prodotto è uno dei più venduti per le cerette professionali e non.

Inoltre, ricordiamo che Black Waxing non si acquista nei supermercati se su altri e-commerce ma solo sul sito ufficiale del produttore.

Per saperne di più su questo esclusivo prodotto, è possibile cliccare sull’immagine successiva

black waxing+

Come funziona Black Waxing? Riscaldate la ceretta per almeno due minuti, applicatela poco per volta sulla zona da depilare e strappate via la pellicola che si verrà a formare. Black Waxing depila in pochi minuti, in maniera indolore e lascerà la vostra pelle setosa e morbida al tatto. L’uso di Black Waxing vi farà dimenticare delle ustioni, dei peli incarniti, dei tagli provocati dal rasoio e vi restituirà tempi di ricrescita molto più lunghi rispetto a quelli di una ceretta tradizionale e del rasoio.

Qual è il segreto di Black Waxing? La Mimosa Tenuiflora, un prodotto erboristico e naturale che mantiene la pelle costantemente idratata anche durante la depilazione, rendendola piacevole e restituendo alla pelle la morbidezza e la setosità che dovrebbe possedere.

Puntini rossi senza prurito

A volte dei fastidiosi e antiestetici puntini rossi possono apparire sulla vostra pelle senza prudere né provocare dolore. In questo caso, contattare il proprio medico di fiducia per una valutazione complessiva ed un’eventuale diagnosi è sempre opportuno, perché i puntini rossi potrebbero proliferare e addirittura contagiare le persone che vi sono vicine. A meno che non versiate in condizioni particolari di salute e la comparsa dei puntini rossi non sia anche associata ad altri sintomi seri, ricordate che, prima di una diagnosi certa da parte di un medico professionista, non è mai il caso di allarmarsi e affrontare la situazione nella calma più assoluta.

Come anticipato nei paragrafi precedenti, infine, ricordate che i puntini rossi, indolori e non pruriginosi, possono essere la conseguenza dello sfregamento degli indumenti sulla pelle o la conseguenza di una depilazione aggressiva.

Puntini rossi bambini senza febbre

Molto più rispetto ad una persona adulta, di sovente, anche i bambini sono costretti a dover fare i conti con dei fastidiosi, a volte anche pruriginosi, puntini rossi sulla propria pelle. Come per gli adulti, non ci si dovrebbe allarmare nemmeno nel caso di un bambino, ma è bene indigare perché i puntini rossi potrebbero essere la conseguenza di una malattia esantematica. Le malattie esantematiche possono essere di origine virale (morbillo, quinta e sesta malattia, rosolia e varicella) e di origine batterica (quarta malattia e scarlattina). Questa problematiche sono le più comuni, ma è evidente che la gamma di patologie che possono provocare e associarsi alla comparsa dei puntini rossi sulla pelle di un bambino è molto ampia e vasta.

Quando i puntini rossi appaiono in concomitanza della febbre è naturale pensare ad una malattia esantematica, per cui è fondamentale contattare immediatamente un medico, in quanto la cura della malattia consentirà anche la guarigione totale dai puntini rossi. Tuttavia, non è raro che i puntini rossi sulla pelle di un bambino si manifestino anche senza febbre. In questi casi, generalmente, i puntini rossi sono la conseguenza:

  • della quinta malattia, che solitamente ha un periodo di incubazione di dieci giorni e può manifestarsi, inizialmente, senza febbre
  • di dermatite atopica
  • reazioni allergiche di varia natura.
© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche