> > Qatar 2022, profumo di derby: nati in Francia 10 giocatori della Tunisia

Qatar 2022, profumo di derby: nati in Francia 10 giocatori della Tunisia

default featured image 3 1200x900

Roma, 30 (Adnkronos) - Con dieci giocatori su 26 nati in Francia, la partita tra i transalpini e la Tunisia in Qatar in occasione del Mondiale avrà un profumo di derby. Il portiere, classe '95, Mouez Hassen, è nato a Frejus e ha giocato tra le altre squadre a Nizza e a Chateauroux...

Roma, 30 (Adnkronos) – Con dieci giocatori su 26 nati in Francia, la partita tra i transalpini e la Tunisia in Qatar in occasione del Mondiale avrà un profumo di derby.

Il portiere, classe '95, Mouez Hassen, è nato a Frejus e ha giocato tra le altre squadre a Nizza e a Chateauroux; il difensore centrale, classe '98, Montassar Talbi è nato a Parigi e gioca a Lorient; Nader Ghandri, classe '95 è nato a Aubervilliers e ha giocato nel passato a Arles-Avignon; Dylan Bronn, classe '95, è nato a Cannes e gioca attualmente alla Salernitana dopo aver giocato al Metz.

Wajdi Kechrida, classe '95, è nato a Nizza.

Hannibal Mejbri, Classe 2003, che attualmente gioca al Birmingham City, è nato Ivry-sur-Seine mentre Aissa Laidouni, classe '96, è nato a Livry-Gargan. Ellyes Skhiri, classe '95, è nato a Lunel e gioca attualmente al Fc Colonia. Wahbi Khazri, classe '91, è nato ad Ajaccio e ha militato nel Bastia, nel Bordeaux e ora gioca nel Montpellier. Naim Sliti, classe '92, è nato a Marsiglia e ha giocato nel passato nel Red Star e nel Lilla.

Nella Tunisia giocano altri due giocatori che hanno anche la nazionalità tedesca, Mohamed Drager, e danese, Anis Ben Slimane. "Il posto riservato ai giocatori locali – scrive 'Le Monde' – è diminuito negli anni. Tuttavia, il calcio tunisino è da tempo rinomato per la qualità del suo campionato. Ma in un momento in cui una crisi economica ostacola la stragrande maggioranza dei suoi club, la Federcalcio tunisina non esita più a rivolgersi ai giocatori della sua diaspora.

Non è l'unica. Il Marocco, ad esempio, sta sviluppando una strategia simile e ha una quindicina di giocatori con la doppia nazionalità" in Qatar 2022 (tra cui Walid Cheddira che è nato in Italia a Loreto e che è l'attuale attaccante del Bari).

In Tunisia, rileva il quotidiano francese, "è stato addirittura creato un comitato, incaricato di convincere i più promettenti giocatori con la doppia nazionalità, a optare per la maglia tunisina".

Tunisia ma non solo.

Anche nel Senegal di Qatar 2022 ci sono 9 giocatori nati in Francia, nel Camerun ce ne sono 8 e nel Ghana ce ne sono 4. Nella nazionale francese, invece, ci sono solo tre giocatori ad essere nati all'estero: Marcus Thuram, che è nato a Parma quando il padre Lilian Thuram giocava in Italia, Steva Mandanda e Eduardo Camavinga. (di Emmanuel Cazale)