×

Qual è il migliore navigatore satellitare

Condividi su Facebook

Alla scoperta – recensioni e schede tecniche alla mano – del miglior navigatore satellitare attualmente in circolazione.

Rispetto a qualche anno fa, scegliere il navigatore satellitare giusto per le nostre esigenze è diventato molto più difficile, o quantomeno richiede molto più tempo. La ragione è semplice: la gamma di scelta si è fatta decisamente – ma sarebbe più corretto dire esponenzialmente – più ampia, e il livello di dettaglio dell’offerta ha raggiunto gradi di capillarità semplicemente impronosticabili fino a neanche un lustro fa.

Insomma, scegliere il modello giusto può essere impresa che richiede giorni di verifiche, decine di recensioni lette e una buona dose di sagacia per districarsi tra i messaggi pubblicitari più o meno ingannevoli e l’effettivo valore del prodotto. A meno di non avere disponibilità illimitate, e poter puntare senza mezzi termini al miglior dispositivo in circolazione: nel qual caso, le cose si semplificano notevolmente. Ebbene, nelle righe che seguono ci rivolgiamo proprio a coloro che desiderano semplicemente puntare al meglio che offre il mercato: andiamo infatti a esaminare qual è, a oggi, il miglior navigatore satellitare.

Per scegliere abbiamo messo a confronto schede tecniche e recensioni online. Abbiamo esplorato soprattutto dispositivi appartenenti a una fascia di prezzo alta, ma all’interno abbiamo tenuto conto del rapporto tra il prezzo di listino, la qualità e le prestazioni.

Il risultato delle nostre valutazioni premia il TomTom Go 6100: il dispositivo dell’azienda originaria dell’Olanda, infatti, coniuga un prezzo di entità ancora accessibile – salvo poche eccezioni, al massimo si raggiungono i circa 350 euro di Amazon, spedizione inclusa, ma esplorando bene la rete si trovano offerte speciali inferiori ai 300 euro – a solide prestazioni assicurate dalle ultime tecnologie in fatto di navigazione satellitare.

Oltre al costante aggiornamento del software e delle mappe, da sempre vero punto di forza di casa TomTom, questo dispositivo offre una visuale chiara e precisa del tragitto, anche in versione tridimensionale, e una discreta autonomia della batteria (che comunque non è tra le prerogative essenziali di questo tipo di prodotti, che possono essere tranquillamente alimentati dalla batteria del veicolo). Anche la memoria interna è abbastanza ampia, 8 gigabyte sono più che sufficienti per memorizzare un gran numero di itinerari, anche piuttosto lunghi e complessi.

Infine, l’ottimo touch screen da 6 pollici e il sistema di rilevamento degli autovelox costituiscono un duplice benefit assolutamente da non trascurare.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.