Qual è la prognosi per la fase 3 del Carcinoma della mammella? | Notizie.it
Qual è la prognosi per la fase 3 del Carcinoma della mammella?
Salute & Benessere

Qual è la prognosi per la fase 3 del Carcinoma della mammella?

Il cancro al seno è diviso in quattro fasi in base alla gravità, in considerazione fattori come le dimensioni del tumore e se il cancro si è diffuso. La fase 3 del cancro al seno è a sua volta suddivisa in tre sottogruppi. La prognosi è più favorevole per la prima fase e sottogruppo.


Fase 3
Il tasso di sopravvivenza di cinque anni per il cancro al seno nella fase 3 è di circa 54 e 67 per cento.

Fase 3A
La fase 3A del carcinoma mammario è presente quando uno dei seguenti tre gruppi di criteri sono soddisfatti: non sono presenti tumori al seno, il cancro non si è diffuso ed i linfonodi contengono cellule tumorali che sono bloccate insieme, c’è un tumore che è meno di 5 cm di larghezza, i linfonodi contengono cellule tumorali insieme a blocchi, ma il tumore non è diffuso in altre parti del corpo, o se c’è un tumore di larghezza superiore a 5 cm, il tumore non è diffuso ed i linfonodi contengono cellule tumorali che potrebbero essere attaccate insieme.

Fase 3B
Il carcinoma mammario in fase 3B, presenta cellule tumorali che si sono diffuse ai linfonodi vicino allo sterno, o c’è un tumore di qualsiasi dimensione che si è diffuso per la pelle e/o torace, con le cellule tumorali presenti nei linfonodi che non aderiscano ad altri strutture o sono raggruppate.

Fase 3C
La fase 3C cancro al seno è definita come un tumore che si è diffuso ai linfonodi intorno alla clavicola o i linfonodi sotto lo sterno e sotto le braccia.

Fattori sociali ed economici
Come per molte altre condizioni, a causa di problemi di ricchezza e di accesso alle cure e le informazioni, le donne con basse condizioni sociali ed economiche hanno tassi di sopravvivenza inferiori a quelli dei maggiori gruppi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche