×

Qual è l’etimologia della parola Solstizio?

default featured image 3 1200x900 768x576

solstizioLa parola Solstizio risale alla metà del XIII secolo e viene dall’antica parola francese “solstice” che a sua volta deriva dal latino “solstitium”, ossia il punto in cui il Sole sembra che si fermi, soprattutto in occasione del solstizio d’estate.

La parola è formata dal “sol”, Sole, e dal participio passato del verbo “sistere”, “fermarsi, stare fermi”. In astronomia, è uno dei due momenti dell’anno in cui il Sole è più lontano dall’Equatore, ossia il 21 giugno, quando il sole raggiunge il punto più a nord della sfera celeste, e il 22 dicembre, quando raggiunge il punto più a sud. I due solstizi segnano rispettivamente l’inizio dell’estate e dell’inverno nell’emisfero settentrionale (e l’inverso in quello meridionale).

Il solstizio d’estate è il giorno più lungo dell’anno, mentre il solstizio d’inverno è il giorno più corto. In questi due momenti dell’anno, il Sole si trova direttamente sopra il Tropico del Cancro o sopra il Tropico del Capricorno. I giorni in cui cade il solstizio sono particolarmente significativi per la differenza delle ore di luce o buio rispetto agli altri giorni dell’anno. All’inizio dell’estate avremo una maggioranza di ore di luce, mentre avremo la situazione opposta all’inizio dell’inverno.

Contents.media
Ultima ora