Quale crema per cicatrici utilizzare: la migliore
Quale crema per cicatrici utilizzare: la migliore
Wellness

Quale crema per cicatrici utilizzare: la migliore

crema per cicatrici
quale crema per cicatrici utilizzare

Siete stanchi di vedere il vostro viso pieno di cicatrici dovute all'acne? Vediamo insieme qual è la migliore crema da utilizzare

 

L’acne è una patologia della pelle che spesso può causare cicatrici e segni sul viso. Secondo il direttore dell’unità di dermatologia dell’ospedale Bufalini di Cesena, Fabio Arcangeli, la fascia d’età più colpita dall’acne è quella tra gli 11 e i 18 anni. Nel sesso femminile però l’acne ultimamente colpisce le bambine già a partire dai 7 anni, a causa della pubertà precoce, che in Italia sta diventando sempre più frequente. Secondo il presidente di Paidòs, Giuseppe Mele i pediatri tendono a sottovalutare il disturbo e spesso i ragazzi si ritrovano il viso segnato da segni e cicatrici dovuti all’acne. In questo articolo andremo a vedere quali sono i rimedi più utili, in particolare una innovativa crema per cicatrici.

Buchi sulla pelle

Spesso sul nostro corpo sono presenti dei buchi della pelle, che se di grandi dimensioni, possono dare fastidio. Se non volete intervenire con il laser o con metodi costosi, vi consigliamo questi rimedi da applicare.

ALOE VERA: tra le proprietà più importanti dell’aloe vera c’è quella di essere un antinfiammatorio naturale.

Le sue proprietà decongestionanti e lenitive favoriscono la riparazione delle cellule epiteliali danneggiate fortificandole e riducono i gonfiori. Dall’aloe vera è possibile ricavare un gel che rimuove le cellule morte dalla cute e le rigenera.

AMLA: l’uva spina indiana, meglio conosciuta con il termine “Amla” è ricca di vitamina C, che avendo un’azione fortificante aiuta a curare i capelli, purificarli e lucidarli. Sulle cicatrici l’amla è molto utile come esfoliante per rigenerare le cellule della cute. Vi consigliamo di applicare l’amla su una zona appena guarita. poichè può aiutare a impedire la formazione del tessuto cicatriziale.

ELICINA: questa crema è a base di bava di lumaca ed è ottima per eliminare i piccoli buchi della pelle.

LA ROCHE POSAY CICAPLAST ACCELERATES EPIDERMAL REPAIR: questa crema è ottima per riparare tutte quelle cicatrici dovute ai brufoli.

OLIO DI OLIVA: l’olio di oliva è ricco di antiossidanti e di vitamina E e K. Se non volete spendere nulla l’olio di oliva da cucina è il prodotto naturale migliore per schiarire le cicatrici e renderle meno evidenti.

SUCCO DI LIMONE E MIELE: grazie alle sue proprietà il limone è un prodotto naturale ottimo schiarire le cicatrici e tonificare la pelle.

Ottimo da utilizzare insieme al miele che sulla pelle è idratante e lenitivo. Per guarire i buchi della pelle lasciate agire il succo di limone per circa 10 minuti e poi sciacquate per non irritare la pelle a causa dell’acidità.

Buchi da acne

Come osservato precedentemente, l’acne è una di quelle patologie legate alla pelle che può portare all’insorgenza di brutte cicatrici che possono portare imbarazzo e instabilità. Vediamo quali sono i tipi di cicatrice legati all’acne.

BUCHI: si presentano come buchetti nel punto in cui era presente del pus e vengono generati da una lesione dell’acne.

CICATRICI PIGMENTATE: imbruttiscono il nostro volto e richiedono anni per essere eliminate. Le cicatrici pigmentate sono color caffè o di un colore pigmentato rosaceo e non vanno via nonostante non siano più presenti punti neri e brufoli.

Vediamo insieme quali sono i metodi naturali migliori oltre a limone e miele, per eliminare i buchi dovuti all’acne.

BICARBONATO DI SODIO: grazie al suo effetto esfoliante può agire sulle cicatrici legate all’acne.

Il bicarbonato di sodio però è sconsigliato sulle pelli sensibili, ma se inumidito sul viso con dell’acqua tiepida è utile anche per purificare il viso.

OLIO DI ROSA: rigenerando le smagliature e le cicatrici è utile come rimedio. L’olio di rosa presenta inoltre proprietà lenitive che agiscono sui tessuti danneggiati. Quest’olio naturale è ottimo da applicare prima di andare a dormire.

POMODORO: il pomodoro è un ottimo alleato per la pelle poichè è ricco di betacarotene e possiede moltissime proprietà antiesfolianti. Un’idea ottima è quella di utilizzare il pomodoro tagliandolo a fette e applicandolo per una decina di minuti sul viso. Il pomodoro è anche ottimo come tonico se frullato insieme a un cetriolo.

VITAMINA E: questa vitamina combatte le rughe, rigenera la pelle e aiuta contro i buchi legati all’acne. Se massaggiata tutti i giorni sul volto la vitamina E riuscirà a migliorare le cicatrici in modo graduale.

Trattamento cicatrici

Esistono vari tipi di cicatrici.

Vediamo insieme come si classificano.

CICATRICE ATROFICA: i margini sono variamente distanziati e può esserci il rischio di riapertura a seguito di traumi o trazioni. La cicatrice atrofica presenta una riparazione di scarsa qualità e si può verificare nei pazienti che non hanno seguito una terapia corretta che presentato patologie sistemiche.

CICATRICE CHELOIDEA: questa cicatrice va oltre i confini della ferita e dipende dai cheloidi, ovvero l risultato di una sovrapproduzione di collagene che si verifica durante il corso naturale della cicatrizzazione della ferita.

IPERTROFICA: questo tipo di cicatrice è legata alle ferite delle articolazioni e si va a creare quando il tessuto fibroso forma una cicatrice rilevata e talvolta dolente quando si genera in grande quantità, provocando così dolore e fastidio.

CICATRICE NORMALE: questa cicatrice è priva dei comuni annessi cutanei, liscia e di colore più chiaro rispetto al pigmento. La cicatrice normale è quella che si verifica nel processo di guarigione di una ferita.

La cura delle cicatrici varia in base alla profondità del segno e al soggetto.

Solitamente le tecniche che vengono utilizzate sono la terapia con silicone, le terapie meccaniche e le terapie parachirurgiche. Conosciamole meglio.

La terapia con il silicone si realizza in 4 momenti specifici ed è molto utile per produrre una riduzione strutturale delle cicatrici. In 4 momenti fondamentali sono:

  1. AUMENTO DELL’IDRATAZIONE DELLO STRATO CORNEO: in questa fase si riduce la produzione di collagene, rendendo la cicatrice più morbida e migliora la produzione dei fibroblasti.
  2. PROTEZIONE DEL TESSUTO CICATRIZIALE: la contaminazione batterica potrebbe infatti stimolare in modo eccessivo la produzione di collagene nel tessuto stesso.
  3. MODULAZIONE DELL’ESPRESSIONE: quest’operazione riguarda i fattori di crescita tissutali che bilanciano la fibrogenesi rispetto alla fibrolisi.
  4. RIDUZIONE DEL PRURITO: oltre al prurito che viene ridotto, il soggetto aumenta di autostima.

Quando parliamo invece di “Terapie Meccaniche” intendiamo due particolari rimedi che sono:

COMPRESSIONE: è una medicazione a pressione controllata e graduale da mantenere per 6-12 mesi ed è utile quando ci troviamo in presenza di cicatrici ipertrofiche e cheloidee.

La compressione utilizza i nastri adesivi microporati o le bande di silicone.

NASTRO ADESIVO MICROPORATO: questa terapia viene utilizzata nelle cicatrici vicino alle articolazioni ed è a basso rischio infettivo.

Se parliamo invece di “Terapie Parachirurgiche” possiamo intendere:

CRIOTERAPIA: è una terapia che con il freddo che si effettua sulle cicatrici di dimensioni piccole.

DERMOABRASIONE: si associa a trattamenti compressivi con rimedi farmacologici e consiste nella levigatura meccanica della pelle.

FILLER: è un trattamento che aiuta a distendere le cicatrici sclero atrofiche e retraenti e funziona utilizzando iniezioni a base di acido ialuronico che ha funzione bioristrutturazione e di biostimolazione.

LASER: per gli esiti discromici della pelle viene utilizzata la fototerapia a luce ultra pulsata. Per le cicatrici i laser ablativi sfruttano l’azione superficiale levigante e la capacità rigenerativa fibroblastica, mentre i laser non ablativi e la radio frequenza migliorano la qualità dei tessuti di supporto.

PEELING: questo trattamento si avvale di sostanze a diverso grado di acidità cheratomodulante che rimodella le cicatrici.

Crema per cicatrici

Tra le creme migliori che possiamo trovare in circolazione per il trattamento delle cicatrici c’è sicuramente Dermopillina.

Dermopillina è una crema della linea Bioness e totalmente Made in Italy che viene utilizzata per prevenire e curare le cicatrici dovute all’acne e alle ustioni. Dermopillina è composta da ingredienti naturali che non infiammano e possono essere utilizzati su tutti i tipi di pelle.
DERMOPILLINA.

Dermopillina permette di:

  • Eliminare la sensazione di prurito.
  • Idratare le zone colpite.
  • Migliorare l’aspetto della cicatrice.
  • Nutrire e rigenerare la pelle.
  • Uniformare il colorito della pelle.

Gli ingredienti di Dermopillina sono:

GLICERINA VEGETALE: presenta proprietà rigeneranti che vanno a sostituire le cellule dell’epidermide rovinate. La glicerina vegetale penetra in profondità, idrata e rende la pelle elastica.

PROPILENE GLICOLICO: compie una profonda azione idratante ed è un umettante naturale.

Dermpillina presenta moltissime recensioni positive sul sito ufficiale del produttore:

“Abito in Romagna e non vi dico la sofferenza derivante dalla dermatite da esposizione al sole. Il medico mi aveva consigliato una crema che potesse almeno alleviarmi quella sensazione pruriginosa che solo la dermatite da. Dermopillina mi ha permesso di trattare in modo efficacie questa problematica e di potermi esporre al sole senza dovermi preoccupare” (Mara, 28 anni).

“Utilizzo questa crema da mesi, da quando è nato mio figlio ed ha iniziato ad avere problemi con i pannolini. Aveva zone molto accese dalla sagoma del pannolino e per tale, dopo aver utilizzato vari trattamenti, mi sono affidata a questa crema risolvendo il problema” (Gemma, 36 anni).

Per scoprirne di più, basta cliccare sull’immagine seguente.

DERMOPILLINA.

-

Dermopillina è una crema utilissima e semplicissima da acquistare. Per acquistarla è necessario collegarsi al sito ufficiale, compilare il modulo e confermare il prodotto. Dermopillina verrà consegnata a casa con il corriere che permetterà anche il pagamento con contrassegno. Ricordiamo che questo prodotto ufficiale, non si trova nei supermercati, ma solo sul sito web ufficiale del produttore

Olio per cicatrici

Ecco quali sono i 3 oli migliori da utilizzare in caso di cicatrici:

L’OLIO ESSENZIALE DI GERANIO: l’olio di geranio oltre a sbiadire le cicatrici è in grado di ridurre la produzione di sebo, astringere la pelle e togliere le infiammazioni dovute all’acne.

OLIO ESSENZIALE DI LIMONE: l’olio di limone grazie alla sua forte componente di vitamina C aiuta a schiarire le cicatrici, stimolare la produzione di collagene e svolgere una funzione anti-batterica.

OLIO ESSENZIALE DI SEMI DI CAROTA: l’olio di semi di carota tonifica, disintossica, depura, protegge la pelle dalla formazione delle rughe, migliora l’elasticità della pelle e aiuta a sbiadire le cicatrici.

Cerotti per cicatrici

Ecco quali soni i 2 migliori cerotti per cicatrici:

CEROTTO RESOLVE: è indicato per il trattamento delle cicatrici sia normali che ipertrofiche, grazie alla sua membrana adesiva di poliuretano.

HANSAPLAST MED: grazie all’aiuto di questo cerotto le cicatrici si appiattiranno, si schiariranno e piano piano scompariranno. Hansaplast Med è indicato soprattutto per ridurre le cicatrici in rilievo.

Ricordiamo ai nostri lettori che su Amazon sono presenti numerosi prodotti per le cicatrici. Vi indichiamo di seguito i 2 più venduti .

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Wonderbox Italia S.R 3 Giorni Da Favola In Europa
299.9 €
Compra ora
Beafon C50 Classic Line Dual-SIM Bianco - White
32 €
Compra ora
Harry Potter: Scacchiera dei Maghi
52.43 €
Compra ora
Vileda Robot Aspirapolvere VR 301
169.9 €
Compra ora