×

Quali razze di gatto possono avere una colorazione calico?

default featured image 3 1200x900 768x576

article page main ehow images a08 7t vs breeds cats can calico coloring 800x800I gatti calico possono appartenere a diverse razze e presentano tutti una colorazione tricolore in bianco, nero e arancio.

Come gatto ufficiale del Maryland, il calico condivide la sua particolare colorazione anche con l’uccellino ufficiale di quello stato, il rigogolo di Baltimora. Attualmente la CFA (Associazione Amanti dei Gatti) riconosce 19 razze che possono presentare questa colorazione.

Il Gatto Calico

Il gatto calico tradizionale presenta ampie zone di pelo bianco, con pezze distinte di arancio e nero. Alcune razze implementano anche le strisce tipiche del Soriano oltre al motivo pezzato, e varia significativamente la prevalenza del colore bianco fra le une e le altre.

I calico diluiti hanno un manto bianco tendente al crema. Altre combinazioni di colore vedono lo sfondo bianco insieme a pezze di colore rosso, crema, nero, lilla, cannella o fulvo. In base alla razza, questi gatti variano in dimensioni del corpo e in lunghezza del pelo.

Razze a pelo corto

Delle 40 razze ufficialmente riconosciute dalla CFA, 13 sono a pelo corto. Le razze a pelo corto che possono presentare gatti calico sono l’American Shorthair, il British shorthair, la Sfinge, il Cornish Rex, l’American Wirehair e il Devon Rex.

Quelli che presentano delle variazioni, sono l’American Bobtail, l’American Curl, il Laperm, l’Orientale, lo Scottish Fold, il Manx e il Selkirk Rex. Anche se la Sfinge viene considerata una razza calva, in realtà ha un manto molto sottile e raso che può mostrare delle trame e delle pigmentazioni calico.

Razze a pelo lungo

La CFA riconosce 13 razze a pelo lungo che possono esibire motivi calico. Queste razze includono il Persiano, il Maine Coon, il Gatto della foresta Norvegese, l’Esotico e il Siberiano.

Altre razze che presentano delle varianti sono l’Angora Turco, l’American Curl, il Laperm, il Manx, l’Orientale, lo Scottish Fold, il Selkirk Rex e l’American Bobtail. Razze come il Maine Coon e il Norvegese danno alla luce i calico più grandi, fra i 3 kg e i 7,5 kg o più. Caratteristica che li rende unici, i calico di Manx non hanno la coda.

Genetica

A causa dei fattori genetici alla base della colorazione del manto, la maggiorparte dei calico di ogni razza appartiene al genere femminile. I gatti maschi nascono generalmente sterili. Un gatto che possegga il gene delle macchie bianche, può nascere come calico se ha geni separati sia per l’arancio sia per il nero. Senza il gene delle macchie bianche, il gatto nascerà con motivi a guscio di tartaruga o motivi a spirale aleatori, con combinazioni di arancio e nero. Le razze riconosciute dalla CFA tra quelle che possono dare alla luce un calico, hanno tutte questo gene.

Contents.media
Ultima ora