×

Quali regioni possono passare in zona bianca? Contagi in calo in Sardegna, Molise e Friuli

Analizzando i dati dell'ultimo monitoraggio sono ben tre le regioni italiane con parametri tali da poter già entrare all'interno della zona bianca.

regioni zona bianca

Continano a farsi vedere gli effetti dal calo di nuovi casi di coronavirus sul territorio nazionale, tanto che nonostante le zone gialle sono ben tre le regioni italiane i cui parametri sarebbero potenzialmente da zona bianca. In questi territori infatti, l’incidenza dei contagi è inferiore ai 50 casi per 100mila abitanti, segno che le norme di contenimento e il proseguimento della campagna vaccinale stanno finalmente dando i loro frutti dopo oltre un anno di pandemia.

Covid, quali regioni possono passare in zona bianca?

Stando a quanto riportato nell’ultimo bollettino settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità, ad avere i dati migliori di tutta Italia sono Sardegna, Molise e Friuli-Venezia Giulia, mentre al tre tre regioni hanno i parametri appena sopra la soglia dei 50 casi per 100mila abitanti: vale a dire la Liguria con 50 contagi, il Veneto con 55 e l’Abruzzo con 56.

Sulla base dell’attuale normativa tuttavia, per poter entrare in zona bianca i dati devono rimanere sotto la soglia dei 50 casi per almeno tre settimane consecutive.

Attualmente l’unica regione ad aver vissuto l’esperienza della zona bianca è stata la Sardegna, che stando ai dati odierni potrebbe sperare di ritornavici entro breve tempo. A partire dalla giornata di lunedì 17 maggio tutte le regioni d’Italia sono in zona gialla, ad eccezione della Valle d’Aosta che invece si troverà ancora in zona arancione per un’altra settimana.

Regioni in zona bianca, dati nazionali in miglioramento

Il miglioramento dei dati Covid è però ravvisabile ormai in tutto il Paese, con un calo dei nuovi casi di coronavirus del 27,8% nel corso delle ultime due settimane di monitoraggio. Se infatti nel periodo tra il 3 e il 9 maggio i contagi sono stati 66.476, tra il 10 e il 16 maggio sono scesi a 47.942. Per poter trovare un calo di tali proporzioni bisogna tornare alla settimana dal 5 all’11 ottobre, vale a dire oltre sette mesi fa.

Altro dato da tenere in considerazione è quello dei decessi giornalieri, che ieri sono scesi sotto la soglia dei cento morti per la prima volta dallo scorso 23 ottobre.

Regioni in zona bianca, le statistiche sui tamponi

Ultimo ma non meno importante tra i dati da tenere sott’occhio è quello dei tamponi effettuati. Nel corso dell’ultima settimana infatti ne sono stati eseguiti 1 milione e 805mila. Un numero di poco inferiore a quelli delle due settimane precedenti (che per la cronaca ammontavano a 1 milione e 928mila e 1 milione e 988mila), ma che mostra comunque un’ulteriore conferma di come il calo dei contagi sia slegato dal numero di tamponi eseguiti.

Contents.media
Ultima ora