×

Quali sono i cani più difficili da addomesticare?

Gli addestratori di cani sanno che alcune razze sono più difficili da addomesticare rispetto ad altre. Alcune razze sono più testarde di altre e si rifiutano di ascoltare i comandi, mentre altre razze, in particolare quelle nate per la caccia e le corse, hanno un forte istinto a marcare il loro territorio. I proprietari possono beneficiare di mettere il loro cucciolo in un programma di formazione speciale, ma in ultima analisi, con un po’ di pazienza, tutti i cani sono in grado di essere addomesticati.

Segugi olfattivi

La difficoltà con queste razze è che i cani sono più interessati a fiutare gli odori di altri animali e sono portati a inseguirli. Pertanto, hanno difficoltà a concentrarsi sulle istruzioni del proprietario quando sono all’aperto.

È indispensabile portare il cucciolo al guinzaglio durante gli allenamenti, quando si tratta di razze appartenenti a questo gruppo. Questo impedisce loro di scappare e li costringe a concentrarsi sull’attività. Inoltre, se un segugio marca il territorio in casa, bisogna pulire accuratamente e utilizzare un neutralizzatore di odori, altrimenti il cane seguirà nuovamente l’odore e utilizzerà ancora una volta quel dato posto, per fare i bisogni. Le razze di cani in questo gruppo sono Basset hound, beagle, bassotto e foxhound americano.

Segugi visivi

I segugi visivi sono cacciatori nati. Come i segugi olfattivi, saranno spinti ad inseguire qualsiasi cosa si muova; per questo motivo i proprietari devono tenere questo tipo di cane al guinzaglio durante la formazione all’aperto, in particolare nei pressi di zone trafficate.

Tuttavia, si tratta di cani molto sensibili e i proprietari non dovrebbero usare una catena di soffocamento, o simili, per trattenerli. Questi cani sono facilmente distratti il che comporta un problema durante l’addestramento in casa: i proprietari devono essere pazienti e dedicare più tempo a questa attività. Le razze in questa categoria sono il saluki, whippet, Levriero irlandese, levriero afgano e borzoi.

Terrier

Le razze di Terrier sono territoriali e tendono a contrassegnare il loro territorio tanto fuori quanto dentro casa. Questo tratto è più evidente nei maschi. Oltre a ciò, sono intelligenti e hanno l’abilità di capire come ottenere ciò che vogliono anche disobbedendo. Non è consigliabile lasciare che il vostro terrier giri da solo fuoai dal cortile di casa, mentre lo addestrate. Molte razze di terrier sono state allevati per la cattura dei topi o l’inseguimento dei conigli e amano scavare sotto qualsiasi ostacolo, come ad esempio una recinzione. Fermezza e coerenza sono molto importanti quando si addestra un Terrier, in modo che sappiano le regole. Le razze in questo gruppo sono il Jack Russell, il West Highland terrier e Cairn terrier.

Razze di piccola taglia

Le razze di piccola taglia hanno fama di essere difficili da addestrare. A causa delle loro dimensione possono intrufolarsi dietro i mobili, piuttosto che sgusciare fuori, perciò i proprietari devono essere extra vigili e coerenti con la formazione. I cani piccoli, poi, si sentono vulnerabili quando fanno i bisogni, quindi i proprietari dovrebbero assicurare ai loro animali una protezione extra, in quesi frangenti. E’ importante tenere i cani più grandi lontano da loro e, se i proprietari li portano a fare bisogni sul prato, devono assicurarsi che l’erba sia corta perché l’animale si sentirà minacciato nell’ erba alta. Queste razze apprezzano l’essere lodati quando fanno i bisogni senza sporcare, il che aiuta a correggere qualsiasi ostinata resistenza all’apprendimento. Le razze in questo gruppo sono Carlini, Italian greyhound, pekingese, Yorkshire terrier e il shih tzu.

Scrivi un commento

300
Caricamento...

Leggi anche