> > Quali sono i Paesi più popolosi del mondo: la classifica è cambiata

Quali sono i Paesi più popolosi del mondo: la classifica è cambiata

Il premier indiano Modi governa il nuovo paese più popoloso della terra

I nuovi dati sul paesi più popolosi del mondo e l'arrivo del Covid che aveva bloccato i censimenti per individuarli

Già da oltre 15 anni gli esperti di demografia economica citano il nuovo “supercontinente” alla guida del pianeta, lo chiamano “Cindia”, ecco nello specifico invece quali sono i Paesi più popolosi del mondo con la classifica che è cambiata. Secondo un report delle Nazioni Unite la Cina perde il podio e favore dell’India e tutto questo negli anni in cui la Terra ha toccato una popolazione complessiva di esseri umani superiore agli otto miliardi. Ecco, sulla stessa ci sono poi delle nazioni nelle quali la crescita demografica è decisamente ridotta, come l’Italia ed il Giappone, ed altri in cui l’incremento è mostruoso.

Paesi più popolosi del mondo, la novità

Il dato emerso è quello per cui la Cina non sembra più essere il paese più popoloso del mondo dopo una severa politica di contenimento delle nascite. Le Nazioni Unite hanno pubblicato infatti un rapporto secondo cui l’India avrà circa 2,9 milioni di persone in più rispetto alla Cina a un certo punto a metà di quest’anno, il 2023. E malgrado questo avvicendamento sul podio demografico i due paesi hanno rappresentato “più di un terzo della popolazione globale stimata negli ultimi 70 anni”.

I numeri spaventosi dell’India 2023

Ecco i dettagli: l’India raggiungerà 1,4286 miliardi di persone entro la metà del 2023, mentre la Cina ne conterà 1,4257 miliardi, vale a dire 2,9 milioni in meno. Dall’Onu fanno sapere che non è possibile avere una data precisa a causa dell'”incertezza” sui dati provenienti da entrambi i paesi e che probabilmente Pechino è stata già superata. E il motivo? Da 3 anni ed anche a causa del Covid il paese governato oggi da Narendra Modi non è stato sottoposto a censimento, con il prossimo che verrà effettuato nel 2024. Attenzione: i dati Onu non annoverano la popolazione delle due regioni amministrative speciali della Cina, Hong Kong e Macao, che, insieme, hanno più di otto milioni di persone, insieme all’isola di Taiwan, che per ora è autonoma da Pechino.