×

Quali sono state le tre classi sociali nella civiltà azteca?

default featured image 3 1200x900 768x576

aztechi 300x204L’antico popolo messicano migrò a sud e si stabilì nella valle del Messico dal XIV al XVI secolo, dove vennero denominati Aztechi.

La civiltà azteca, centrata attorno alla città di Tenochtitlan, fu una società altamente stratificata. Alcuni ritengono che vi siano solo due classi sociali principali, i nobili e i popolani, seguiti da un numero di sottoclassi, mentre altri sostengono che le classi sociali erano 3 o 4.

Nobili

I nobili erano la più alta classe sociale della civiltà azteca. Questo ceto era formato dai capi di governo, dai capi militari, dai sacerdoti di rango elevato e dai proprietari terrieri.

I nobili erano autorizzati ad indossare dei gioielli speciali e decoravano la loro abitazione in modo da far notare il loro status e la loro ricchezza. La nobiltà era principalmente ereditaria, quindi poteva attraversare sia linee maschili che femminili, nonostante il fatto che le donne non avevano alta considerazione. I guerrieri eccellenti, potevano essere promossi a nobili. I ragazzi nobili frequentavano una scuola apposita dove imparavano la conoscenza sacerdotale, la religione del loro popolo, la storia, i doveri civili, le competenze tecniche e il combattimento.

Gente comune

La gente comune costituiva la maggior parte della società azteca e comprendeva gli agricoltori, i sacerdoti di basso rango, i mercanti e gli artigiani. Ogni quartiere era governato da un nobile e da un consiglio di gente comune. I ragazzi frequentavano una scuola per gente comune dove imparavano la religione, la storia, il combattimento, le competenze tecniche e i doveri civili.

Schiavi

Gli schiavi aztechi rappresentavano un segmento separato dalla società. Diventavano schiavi i prigionieri di guerra, la gente venduta come schiava o per punizione o per crimine o per incapacità di rendere omaggio, oppure chi non era membro del quartiere. In genere, lavoravano come agricoltori per i loro proprietari nobili. La schiavitù azteca non era ereditaria e gli schiavi non potevano essere rivenduti. Gli schiavi erano alloggiati e nutriti dai loro padroni e dopo la morte di questi, tornavano liberi. Essi, potevano anche comprare la loro libertà, qualcun altro poteva voler prendere il loro posto, potevano sposarsi e avere figli.

Artigiani e commercianti

Alcuni ritengono che gli artigiani ed i commercianti erano una classe separata dalla classe della gente comune in quanto godevano di privilegi speciali. Gli artigiani e i commercianti erano relativamente benestanti ed erano disciplinati dal regolamento del commercio. Inoltre, i commercianti avevano la possibilità di viaggiare liberamente, venendo anche reclutati come spie.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora