×

Quando non c’è polline in aria?

Il polline è la piaga di chi soffre di allergie. Il polline è diffuso dal vento e viene da erbe, erbacce e dagli alberi. Quando il polline cade, avviene attraverso l’aria sugli occhi, pelle e naso e provoca spesso alle persone a sviluppare sintomi di allergia.

Stagione del polline
Il polline viene rilasciato dagli alberi in primavera, tra i mesi di gennaio e aprile. Il mese esatto dipende dalla posizione e il clima. L’estate è il momento in cui il numero di polline è maggiore, e in genere viene da Bermuda erba, segale e Timothy. L’autunno è caratterizzata da pollini di erbe infestanti tra cui l’ambrosia e acetosa.

Fine stagione
Dal momento che il polline è necessario per la riproduzione delle piante, erbacce ed erba, viene prodotto in grandi quantità e continua a cadere tutto l’anno, afferma Pollen.com. Tuttavia, ci sono alcuni periodi dell’anno in cui il polline è maggiore. Se soffrite di allergie, un modo per evitare il polline è di ottenere una previsione del polline per determinare i livelli di polline quotidiano.

Considerazioni
Il meteo svolge un ruolo importante nel modo in cui il polline continua a formarsi.

Una stagione fredda può ritardare l’impollinazione dell’albero, che si traduce in una quantità notevolmente inferiore di polline. La pioggia spesso riduce il numero di polline eliminandolo dall’aria.

Scrivi un commento

300
Caricamento...

Leggi anche