×

Quanti sono gli italiani residenti in Ucraina e cosa farà il governo per i profughi di guerra

L'impegno a doppio binario della Farnesina sugli italiani residenti in Ucraina e su cosa farà il governo di Roma per i profughi di guerra in fuga

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio

I due grandi temi che in queste ore stanno impegnano in fronte parallelo il governo italiano e in particolare la Farnesina sono gli italiani residenti in Ucraina e cosa farà il governo per i profughi di guerra di quel paese martoriato.

In base alle ultime comunicazioni dell’Unità di Crisi del dicastero retto da Luigi Di Maio l’ambasciata italiana a Kiev per il momento rimane aperta e sono circa 2mila gli italiani residenti in Ucraina. 

Cosa farà il governo italiano per i profughi dall’Ucraina

E le due grandi questioni a margine del conflitto fra Mosca e Kiev riguardano proprio i nostri concittadini e gli sfollati. Per i primi è attiva una macchina di identificazione e contatto che però potrebbe essere vanificata dagli attacchi hacker che Mosca sta portando in maniera seriale a Kiev ed agli spot metropolitani, per i secondi la questione è molto complessa.

Le prime migliaia di profughi hanno attraversato i confini con Moldavia e Polonia e molti di loro hanno come riferimento affettivo la comunità più grande di ucraini in Europa, che è esattamente da noi, in Italia

In Italia la più grande comunità ucraina d’Europa

Gli ucraini che vivono nel nostro paese sono oltre 236mila, traino per risorse in patria da oltre duecento milioni di euro all’anno.

I dati Eurostat parlano chiaro: su circa 800 mila cittadini dell’Ucraina residenti in Ue oltre un quarto si trova in Italia.  Ha detto in merito l’Alto commissariato dall’Unhchr Filippo Grandi: “Stimiamo che già più di 100.000 ucraini sono stati costretti a lasciare le loro case e a cercare sicurezza in altre parti del Paese”. In ordine alla distribuzione dei profughi sarà l’Europa a decidere, e l’Italia, secondo fonti ufficiali del governo, non resterà a guardare.

Sono già tante le città, fra cui Napoli a Milano, che hanno già annunciato di essere pronte ad ospitare i cittadini ucraini in fuga dalla guerra.

Contents.media
Ultima ora