Quanto tempo ci vuole per passaggio fornitore elettricità - Notizie.it
Quanto tempo ci vuole per passaggio fornitore elettricità
Guide

Quanto tempo ci vuole per passaggio fornitore elettricità

Contrariamente a quanto possiate credere, il cambio da un fornitore energetico ad un altro è molto semplice. Grazie alla liberalizzazione del mercato dell’energia, potrete acquistarla liberamente dal gestore che vi sembrerà più opportuno. Il passaggio avviene nel momento in cui il nuovo operatore ha attuato tutte le operazioni tecniche e commerciali necessarie a garantire a voi clienti, i trasporti e la consegna al vostro contatore. In questo modo eviterete qualsiasi interruzione d’energia. La data prevista per il passaggio ufficiale dal vecchio al nuovo fornitore, deve essere comunicata dal nuovo operatore, generalmente i tempi tecnici vanno da uno a due mesi. Ora vi faccio un esempio significativo: se richiederete a Gennaio il passaggio di energia da un gestore ad un altro, il mese decorre al primo Febbraio ed il passaggio avverrà intorno al primo Marzo. Qualche giorno prima del passaggio, il nuovo distributore effettuerà la lettura del contatore, per consentire al vecchio gestore di emettere l’ultima bolletta ed eventuali conguagli.

La lettura serve anche per il conteggio dei consumi del nuovo distributore alle successive bollette. Ricordate che il passaggio da un operatore ad un altro non vi costerà assolutamente nulla, salvo gli eventuali costi di bollo e di deposito cauzionale o di garanzia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*