×

Quarta dose di vaccino covid per tutti: il no di Ema-Ecdc

Una nuova somministrazione viene consigliata solo per gli over 80 ma in tema di quarta dose di vaccino covid per tutti arriva il no di Ema-Ecdc

Ema ed Ecdc dicono no alla quarta dose di vaccino per tutti

Lotta al coronavirus e quarta dose di vaccino anti covid per tutti, arriva il no di Ema-Ecdc, o quanto meno un “non ancora” mutuato dai dati della nazione-staffetta in questi casi che è Israele. Le due agenzie usano i dati dello stato che con le somministrazioni è più avanti nel mondo per concludere che è troppo presto per questo step.

L’esito dello studio della task force Covid-19 dell’Ecdc e dell’Ema è abbastanza netto. La somministrazione di una quarta dose di vaccini a mRna contro il coronavirus sarebbe precoce e generalizzata. Mentre secondo le agenzie Usa ed europea una quarta dose, o secondo booster che dir di voglia, può essere somministrata agli adulti di età pari o superiore a 80 anni.

Quarta dose a tutti, no di Ema-Ecdc

In Europa mancano evidenze sul fatto che la protezione vaccinale contro le malattie gravi stia diminuendo negli adulti. Nello specifico sulla fascia di 60-79 anni gli esperti vogliono monitorare i dati e se poi la situazione dovesse andare in aggravio si prenderà in considerazione la quarta dose. E per gli adulti under 60 con sistema immunitario normale? Neanche in quel caso ci sono “prove provate” di un calo della protezione vaccinale.

La vera lotta inizierà in autunno

Tutto questo poi con il dato della campagne di vaccinazione che potrebbero iniziare in autunno, cioè nel momento migliore perché sfrutterebbe i vaccini aggiornati e sarebbe temporalmente “terapeutico” con l’arrivo dei primi freddi. Ema ed Ecdc hanno invece esortato i cittadini dell’Ue a completare i cicli vaccinali. A marzo 2022 l’83% degli adulti ha ricevuto vaccinazioni iniziali complete ma soltanto il 64% aveva ricevuto una dose di richiamo.

Contents.media
Ultima ora