×

Quarta ondata, nell’ultima settimana una vittima di Covid su due è in Europa

Secondo l'ultimo rapporto dell'Oms, nell'ultima settimana una vittima di Covid su due è stata in Europa, dove è stato segnalato il 64% delle infezioni.

Quarta ondata

Secondo l’ultimo rapporto dell’Oms, nell’ultima settimana una vittima di Covid su due è stata in Europa, dove è stato segnalato il 64% delle infezioni mondiali.

Quarta ondata, nell’ultima settimana una vittima di Covid su due è in Europa

Hans Kluge, direttore regionale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, nel corso di un congresso a Barcellona, ha spiegato che l’Europa è l’epicentro della pandemia. Ha chiesto agli Stati di intensificare le vaccinazioni e mettere in vigore tutte le misure necessarie per limitare la circolazione del virus. Nel bollettino settimanale dell’Oms è stato rilevato che oltre 1,9 milioni di persone hanno contratto il virus in Europa nell’ultima settimana e oltre 26.700 di loro sono morte.

Secondo il rapporto epidemiologico il numero di nuovi contagi in Europa è cresciuto del 7%, mentre i decessi sono aumentati del 10%.

Quarta ondata di Covid nel mondo

Il trend europeo è in contrasto con la situazione nel mondo, dove si è registrato un aumento medio dell’1% delle infezioni e una diminuzione del 4% della mortalità. “Durante la settimana dal 1 al 7 novembre 2021 a livello planetario è stata osservata una leggera tendenza al rialzo (aumento dell’1%) nei nuovi casi settimanali, con oltre 3,1 milioni di nuovi casi segnalati.

Sono stati segnalati oltre 48mila nuovi decessi, con un calo del 4% rispetto alla settimana precedente” ha spiegato il rapporto dell’Oms. 

Quarta ondata: il 63% delle infezioni in Europa

La regione europea dell’Oms ha riportato aumenti nell’incidenza dei casi e dei decessi, mentre altre regioni hanno riportato diminuzioni o tendenze stabili“. Al 7 novembre sono stati segnalati più di 249 milioni di casi e oltre 5 milioni di decessi nel mondo.

In una settimana l’Europa ha avuto il 63% delle nuove infezioni mondiali e il 55% dei decessi. Oltre all’Europa, solo l’Africa ha mostrato un aumento dei casi. I contagi sono, invece, diminuiti nel Sudest asiatico, nel Pacifico Occidentale, nelle Americhe e nel Mediterraneo orientale. 

Contents.media
Ultima ora