×

**Quirinale: quando annuncia l'elezione il vicepresidente della Camera**

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 4 dic. (Adnkronos) – Due volte è accaduto che a proclamare il risultato della votazione e l’elezione del Presidente della Repubblica non sia stato il presidente della Camera ma il suo vice, in quanto era risultato eletto Capo dello Stato proprio il numero uno dell’Assemblea di Montecitorio.

Il 29 aprile del 1955, al termine dello spoglio Giovanni Gronchi lasciò lo scranno più alto dell’emiciclo al vicepresidente Giovanni Leone, che proclamò l’elezione di Gronchi, recandosi poi dall’interessato insieme al presidente del Senato, Cesare Merzagora, per la comunicazione formale. Il giuramento di Gronchi si svolse il successivo 11 maggio e nel frattempo il giorno prima la Camera aveva eletto il suo nuovo presidente, vale a dire proprio Leone.

Il 28 maggio del 1992 fu invece il vicepresidente della Camera, Stefano Rodotà, a condurre lo spoglio e ad annunciare l’elezione dell’allora presidente della Camera, Oscar Luigi Scalfaro, che si era allontanato dall’Aula al termine delle votazioni.

Accanto a Rodotà, come nella seduta convocata per il giuramento di Scalfaro, un altro vicepresidente, quello del Senato Giorgio De Giuseppe, visto che in quel periodo il presidente del Senato, Giovanni Spadolini, svolgeva le funzioni di supplente del Capo dello Stato dopo le dimissioni di Francesco Cossiga.

Altre volte i vicepresidenti del Senato erano accanto ai presidenti della Camera, in quanto il presidente del Senato era impegnato nella supplenza della presidenza della Repubblica: nel 1964 presiedeva Brunetto Bucciarelli Ducci con il vicepresidente Ennio Zelioli Lanzini (Cesare Merzagora supplente dopo le dimissioni di Antonio Segni); nel 1978 presiedeva Pietro Ingrao con il vicepresidente Edoardo Catellani (Fanfani supplente dopo le dimissioni di Giovanni Leone); nel 2015 presiedeva Laura Boldrini con la vicepresidente Valeria Fedeli (Pietro Grasso supplente dopo le dimissioni di Giorgio Napolitano).

Contents.media
Ultima ora