×

Ragazza italiana scrive: “Preferisco gli amici che hanno un iPhone, è la prima cosa che guardo”

Lo afferma, nei commenti ad un video su TikTok, una ragazza giovanissima dopo che aveva letto la domanda: "Non ho un iPhone, perché? Cosa cambia?".

"Preferisco gli amici che hanno un iPhone". Lo ha scritto una ragazzina italiana

Un ragazza italiana su TikTok nei commenti ad un video ha affermato: “Quello che guardo prima di fare amicizia è se lui/lei ha un iPhone“. La frase assieme agli screenshot sono diventati virali. Sembra che la ragazza in questione sia rimasta colpita dalla domanda che aveva poco prima letto che diceva: Non ho un iPhone, perché? Cosa cambia?

“Preferisco gli amici che hanno gli Iphone”: il commento di una ragazza italiana su TikTok

A chi le chiede poi: “Te ne vanti?“, lei risponde un sì fermo e deciso, che le costa l’accusa di superficialità. Lì aggiunge: Ho anche amici con Android, ma sono più legata con quelli con iPhone.

Lo scambio, come accennato prima, è stato salvato grazie a dei screnshot ed è in poco tempo diventato virale su Twitter, a inizio gennaio, suscitando sorrisi, incredulità, ma anche rabbia e tanta tanta preoccupazione. 

“Preferisco gli amici che hanno gli Iphone”: la discriminazione negli Usa per chi ha un Android

Una settimana dopo il Wall Street Journal ha esatto, infatti, una forzata riflessione forzata su questa storia, dalla quale si estrapola facilmente quella che è la preferenza tech dei giovanissimi. Tale considerazione è stata presentata attraverso un’inchiesta, che racconta come, negli Usa, gli adolescenti che non possiedono un iPhone verrebbero discriminati da chi invece utilizza lo smartphone Apple.

Sembra che tutto sia legato all’app iMessage, la quale consente a due o più possessori di iPhone di scambiarsi messaggi di testo, immagini, emoji e avatar speciali in 3D.

Ciò che rende particolare la chat di iMessage è il colore dei messaggi: infatti, se sono blu, sono stati inviati da un altro iPhone. Invece, se sono verdi vengono da un dispositivo Android.

A testimoniare per l’appunto la discriminazione per il cellulare che si possiede è Jocelyn Maher, ventiquattrenne di New York: ella ha raccontato di essere stata oggetto di riso dei suoi amici e di sua sorella per aver usato uno smartphone Android per flirtare con un ragazzo.

Altra testimonianza è Grace Fang, studente ventenne, che afferma di aver conosciuto persone che avevano Android e che si scusavano perché non avevano iMessage.

Un’altra problematica su cui bisogna porre l’attenzione è che, per quanto sia vero che da un lato iMessage garantisce, grazie alle sue funzioni, a chi possiede un iPhone di far parte di una cerchia ristretta e “privilegiata”, dall’altro canto quelle stesse funzioni rendono difficile, se non impossibile, a chi ne fa parte di uscirne.

Inoltre, una tesi che il Wsj supporta è quella seconda quale molti manager Apple si dicevano preoccupati da un’eventuale versione iMessage per Android: “In questo modo verrebbe rimosso un ostacolo alle famiglie che posseggono iPhone e che quindi potrebbero dare ai figli smartphone Android“.

“Preferisco gli amici che hanno gli Iphone”: le differenze tra l’Italia e gli Stati Uniti

C’è comunque da tenere in considerazione che al commento virale dell’adolescente italiana va pure detto che esistono notevoli differenze tra il nostro Paese e gli Stati Uniti se volgiamo lo sguardo a quello che è l’uso delle app di messagistica istantanea. Tanto è vero che negli Usa, come ha intuito il Wsj, gli adolescenti sono più inclini a utilizzare iPhone perché iMessage è il loro canale di comunicazione privilegiato. Basti pensare che l’uso di iPhone da parte dei ragazzi americani tra i 18 e i 24 anni, tra il 2018 e il 2021, è quasi raddoppiato. In Italia, invece, è predominante Whatsapp, che non distingue un messaggio inviato da un iPhone o da un dispositivo Android.

Contents.media
Ultima ora