> > Ragazzina 12enne si getta dalla finestra e muore: ipotesi suicidio

Ragazzina 12enne si getta dalla finestra e muore: ipotesi suicidio

ragazzina

Siamo in un paesino in provincia di Genova ed una ragazzina di 12 anni domenica mattina alle 10 si getta dalla finestra. Quale causa ha generato il gesto?

Ragazzina si suicida

Domenica in tragedia in un paesino nell’entroterra di Genova. Una ragazzina di 12 anni a Campomorone si è gettata o è caduta dalla finestra della sua casa al quarto piano. Al momento della disgrazia la ragazzina era sola in casa. Secondo gli inquirenti soffriva per la separazione dei genitori e quindi l’ipotesi più immediata è quella di suicidio. Erano le 10 della mattina quando i soccorsi sono arrivati sul luogo della tragedia.

I suoi 12 anni li avrebbe festeggiati tra qualche giorno. In base alle ricostruzioni degli inquirenti la ragazzina è salita su una sedia e si è lanciata dalla finestra. Il volo prima di toccare il suolo è stato di 20 metri. Sul tavolo il suo cellulare con accanto un foglietto con su scritto il pin per accenderlo. Un primo audio ascoltato dagli inquirenti all’interno del telefonino diceva “La vita fa schifo. Salutatemi i miei compagni”.

Questa cosa potrebbe far pensare che il telefonino celi anche altri fatti accaduti che spieghino la motivazione del suo gesto. Ieri mattina la mamma era uscita, di lavoro fa l’infermiera, ed il fratello più grande era uscito per andare a lavorare. I genitori della ragazzina erano separati da quattro anni.

ragazzina

Suicidio e social

Il suicidio è l’atto più estremo che un individuo può compiere. Le cause che generano questo gesto possono essere molteplici. I fattori che lo generano possono essere mobbing familiare, derisioni, bullismo, ecc. A volte si soffre anche in maniera inconscia per un qualcosa che ci è accaduto. Questo gesto autolesionistico è il gesto che le persone con gravi sofferenze o in forte stato di depressione possono compiere. Una ragazzina di 12 anni con i genitori separati può risentire fortemente di quanto accaduto.

Molto spesso i ragazzini di questa età caratterialmente deboli vengono coinvolti attraverso i social in giochi particolari. Già qualche mese fa abbiamo assistito a suicidi di ragazzi presi nel vortice del Blue Whale.

Gioventù moderna

Oggi non è importante per i ragazzi l’essere ma l’apparire e spesso molti ragazzi non sono capiti e compresi dalla massa. Una ragazzina di 12 anni con i genitori separati magari debole di carattere può subire da parte dei compagni atti di bullismo. La mente umana è tanto strana e finchè si riesce a rimanere nella normalità tutto è ok. Quando però il nostro io subisce degli scrolloni allora lì c’è il punto X. Non tutti siamo capaci di reagire davanti alle difficoltà della vita e spesso ci chiudiamo in noi stessi, nel nostro mondo. i ragazzi di oggi poi a causa dell’informatizzazione non parlano più tra loro, non si confrontano, non si aiutano. Spesso è più facile bullizzare una ragazza o un ragazzo che capirlo ed aiutarlo. Chi bullizza è forte è considerato dai compagni si sente invincibile. Non è così però che si può poi affrontare il mondo degli adulti e del lavoro. Speriamo che gli inquirenti riescano a capire cosa ci sia dietro al gesto di questa ragazzina e capiscano se qualcuno ha generato questa follia. Non si può morire a 12 anni.