×

Ragazzo derubato e accoltellato in spiaggia: 2 fermi

Si trovano in carcere i due nordafricani accusati dell'aggressione avvenuta Domenica notte ai danni di un giovane. Il ragazzo è stato prima derubato e poi accoltellato. Il terzo autore dell'aggressione è un minorenne.

accoltellato

Due nordafricani sono stati fermati dalla Polizia con l’accusa di aver derubato e accoltellato un giovane Domenica notte, nei pressi del porto di Rimini.

I dettagli dell’aggressione di Domenica notte

Stando alle indagini e alle ricostruzioni dell’accaduto della Polizia di Stato, si tratterebbe di tre soggetti coinvolti e protagonisti della violenta aggressione ai danni di un giovane. L’accaduto risale alla notte di Domenica sulla spiaggia del porto di Rimini, dove la vittima è stata prima derubata dai tre aggressori e poi accoltellata. Il giovane si trovava in compagnia di alcuni amici in spiaggia e ad un tratto si è reso conto che gli era stato rubato il portafogli da un gruppo di extracomunitari che si trovava nei pressi.

Con l’aiuto dei suoi amici, il giovane ha deciso di perlustrare la zona e cercare gli autori del furto, ma è stato subito aggredito dopo aver tentato di affrontarli.

Nella colluttazione con il gruppo di nordafricani, la vittima è stata ferita da un coltello e immediatamente gli amici hanno lanciato l’allarme e chiamato i soccorsi. Fortunatamente la situazione per il ragazzo non è risultata grave ed infatti riuscirà a cavarsela con 10 giorni. Fondamentali sono state anche le testimonianze degli amici della vittima che erano presenti al momento dell’accaduto e che hanno spiegato agli inquirenti tutti i dettagli della vicenda. Inoltre hanno provveduto a fornire una descrizione degli aggressori.

Le autorità competenti sono riusciti a risalire ai protagonisti del furto e dell’accoltellamento, fermando così due nordafricani che ora si trovano in carcere in attesa di convalida del fermo da parte del gip del tribunale di Rimini. Il terzo aggressore sarebbe un ragazzo minorenne, anch’egli di origini nordafricane e la Polizia è già sulle sue tracce.

Ulteriori aggiornamenti in merito alla vicenda arriveranno nelle prossime ore, in attesa che le autorità riescano a bloccare anche il terzo autore dell’aggressione.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:

Leggi anche