×

Ragazzo ingerisce un gamberetto e muore per shock anafilattico

Ragazzo ingerisce un gamberetto e muore per shock anafilattico: era allergico ai crostacei ed a nulla gli era servito sputare subito via il boccone

Il povero Lorenzo Maio

Un ragazzo piemontese ingerisce un gamberetto e muore per shock anafilattico: l’ingestione era avvenuta una settimana fa e la reazione del suo organismo a quell’alimento per lui “off limits” era stata devastante, tanto devastante che ieri c’è stato il tragico epilogo.

Epilogo che ha portato alla scomparsa del 19enne di Cuorgnè, nell’hinterland torinese Lorenzo Maio. Secondo una ricostruzione dei media locali il giovane lavorava come cameriere e spesso era in servizio con il catering. Proprio durante uno di quei servizi, sette giorni fa, Lorenzo aveva ingerito il piccolo crostaceo

Ragazzo ingerisce un tortello con un gamberetto e muore: quel catering fatale a Rivara

Per la precisione il ragazzo stava svolgendo servizio nella serata di sabato 31 luglio ad un catering a Rivara.

Ad un certo punto, non  dato sapere se in un attimo di distrazione o se coscientemente perché riteneva che la quantità fosse minima e innocua, Lorenzo avrebbe addentato un tortello il cui ripieno era costituito da un gamberetto. Testi citati nelle news avrebbero sostenuto che Lorenzo aveva sputato subito via quel pezzo di alimento, ma era troppo tardi, la violentissima reazione del sistema immunitario all’allergene contenuto nel gamberetto lo ha mandato in crisi respiratoria, in cianosi e poi in coma in pochissimi step. 

Lorenzo, ragazzo amato da tutti, ingerisce un gamberetto e muore dopo sette giorni di agonia

La morte del giovane è avvenuta dopo sette giorni complessivi di ricovero, prima all’ospedale di Ciriè e poi nel reparto di terapia intensiva del Giovanni Bosco di Torino, dove pare fosse arrivato già in condizioni critiche. Lorenzo lascia una famiglia splendida: papà Salvatore, storico gestore del bar di Cuorgnè La Tavernetta, mamma Monica e la sorella Alessia. I  funerali dello sventurato giovane si terranno martedì 17 agosto nella chiesa parrocchiale del paese. 

Ragazzo ingerisce un gamberetto e muore: le allergie alimentari e le loro conseguenze estreme

Purtroppo le forme gravi ed estreme di allergia a determinate sostanze, di cui lo shock anafilattico è la manifestazione più violenta, possono essere fatali in misura molto maggiore di quanto non si creda. Nel caso dell’allergia ai crostacei ed ai frutti di mare in genere esiste tutta una gamma di consigli preventivi a monte, ma una volta che è ingerita la sostanza “vietata” dall’organismo è difficile sfuggire alle conseguenze, che possono essere anche gravissime e, addirittura come accaduto con il 19enne, estreme.

Contents.media
Ultima ora