×

Ragazzo omosessuale aggredito a Roma

Un giovane romano di 24 anni è stato aggredito e picchiato a Roma nella notte tra venerdì e sabato.

Dopo aver passato la serata al Coming out, noto locale della comunità gay nei pressi di via Cavour, il giovane è stato accerchiato da un gruppo di ragazzi tra i 25 e i 30 anni che, dopo avergli urlato insulti a sfondo omosessuale, hanno cominciato a prenderlo a pugni. Poi, una volta finito a terra, lo hanno riempito di calci e prima di scappare gli hanno rubato il cellulare.

Il ragazzo è stato soccorso dal suo compagno e da un altro amico i quali sono entrati in un bar a chiedere dei fazzoletti per tamponare le ferite. Fazzoletti che i proprietari del bar hanno rifiutato di fornire, mentre la vittima era ormai priva di conoscenza e perdeva molto sangue.

Il giovane è stato poi ricoverato d’urgenza al Policlinico Umberto I, riportando diverse ferite, tagli e contusioni al volto e rischiando di perdere un occhio.

Unanime lo spirito di solidarietà al giovane aggredito e lo sdegno per la vicenda manifestati da molti esponenti politici, come il ministro Mara Carfagna, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, il presidente della Provincia Nicola Zingaretti e la presidente della Regione Renata Polverini.

L’Arcigay di Roma ha inoltre lanciato «un appello alle forze dell’ordine affinchè rintraccino i colpevoli di questa aggressione così violenta», perchè «sono troppi i casi di omofobia irrisolti di cui non sono stati individuati i responsabili».

Una volta ripresosi, il giovane aggredito ha poi dichiarato: “L’unico potere che ho in questo momento è quello di denunciare i miei aggressori.

Mi auguro la collaborazione di qualcuno, ma spero che nessuno abbia assistito a quanto è successo, perchè sapere che qualcuno ha visto e non parla mi farebbe ancora più male”.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Caricamento...

Leggi anche