> > Raid ucraino in Donetsk, ferito l'ex vicepremier russo Rogozin

Raid ucraino in Donetsk, ferito l'ex vicepremier russo Rogozin

Dmitry Rogozin

Nelle ore scorse c'è stato un raid ucraino in Donetsk, ferito l'ex vicepremier russo Rogozin: locale distrutto e corpi a terra dovunque

Nelle ore scorse c’è stato un mirato raid ucraino in Donetsk nel corso del quale è stato ferito, pare gravemente, l’ex vicepremier russo Dmitry Rogozin.

Da quanto si apprende ad una certa ora è scattato un violento attacco  proprio su un ristorante dove si teneva una cena con i “governativi”.

Raid ucraino in Donetsk, ferito Rogozin

Le agenzie spiegano che è stato colpito anche Vitaly Khotsenko, di fatto il capo dell’amministrazione della repubblica annessa con i “referendum burla” voluti da Vladmir Putin. Le agenzie spiegano che l’ex vice primo ministro russo Dmitry Rogozin e il capo del governo dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk Vitaly Khotsenko sono rimasti feriti in un raid di Kiev sulla città orientale dell’Ucraina, nella regione del Donbass. 

Locale devastato e corpi insanguinati

Le agenzie di stampa russe non danno altre spiegazioni ma fonti indipendenti spiegano che a colpire sarebbe stata una squadra da remoto APU, che ha “condotto uno raid stasera in un hotel/ristorante nel Donetsk occupato dove si è tenuta una festa per Dmitry Rogozin, l’ex direttore generale di Roscosmos”. La fonte spiega che era presente anche il capo del governo della DPR Vitaly Khotsenko. Entrambi sarebbero rimasti feriti. Il video che circola è molto crudo: vi si vede il locale devastato ed alcuni corpi maciullati a terra di cui però non è possibile stabilire l’identità.