×

Ramtha, cos’è la setta a cui aderivano i coniugi morti a Spinello

Ramtha è la setta a cui aderivano i coniugi morti a Spinello. Una setta americana new age con migliaia di seguaci in tutto il mondo.

Spinello

Una setta americana new age con migliaia di seguaci in tutto il mondo, tra cui i coniugi trovati morti in casa a Spinello in un caso di presunto doppio suicidio. Ma che cos’è e cosa professa Ramtha?

Ramtha, cos’è la setta a cui aderivano i coniugi morti a Spinello

Spinello è un luogo benedetto per i seguaci di Ramtha, convinti dell’arrivo dell’apocalisse. Per questo anche i coniugi romani Neri-Platania, aderenti al gruppo e trovati morti sabato 21 maggio, avevano deciso di trasferirsi in questo luogo. La Scuola di Illuminismo di Ramtha è una setta spirituale americana new age nata intorno al 1988 vicino a Yelm, negli Stati Uniti. È stata fondata da J.Z. Knight, pseudonimo di Judith Darlene Hampton, presunta medium di un’entità spirituale particolare, conosciuta come Ramtha, descritto come un guerriero di 35.000 anni, vissuto ai tempi di Atlantide, che dopo l’illuminazione sarebbe asceso a Maestro.

Dopo millenni di silenzio, dal 1977 avrebbe deciso di manifestarsi per trasmettere il suo messaggio tramite J.Z. Knight. Quando parla la medium è in stato di trance e trasmette la dottrina di questo dio guerriero, guidando gli studenti nell’esecuzione di “esercizi spirituali”, con tecniche di meditazione per arrivare all'”ascensione” del corpo fisico nel “corpo di luce”. La guru ha aperto la Scuola nel 1988 per diffondere il credo di Ramtha.

Sul sito è presentata come un’accademia basata sull’esperienza di sé. Nel 2011 si contavano 5.000 studenti in tutto il mondo e l’unico insegnante è Ramtha, che parla tramite Knight, che ha fatto parlare di sé per alcune affermazioni discriminanti contro i messicani e per i legami con il gruppo cospirazionista QAnon.

La setta in Italia, il raduno a Santa Sofia e la fine del mondo

Secondo le prime informazioni raccolte dagli inquirenti, i coniugi trovati morti nella villetta di Spinello appartenevano a questa setta.

In Italia è attiva una branca della Scuola di Illuminazione, che si presenta come “un’accademia della mente che offre ritiri e laboratori a persone di tutte le età e culture“. I discepoli organizzano spesso incontri e raduni. Le idee della Scuola hanno trovato spazio vicino al paese di Santa Sofia. Il centro sportivo Sportilia, fino al 2009, ha ospitato il raduno della scuola di Ramtha, tappa del tour mondiale. Il costo a settimana era di 1200 o 1300 euro. Tra i seguaci c’è chi si è fatto carico di tradurre le registrazioni e gli audio originali in italiano, come la West Winds Productions, società registrata presso lo Stato di Washington. Secondo le convinzioni dei seguaci della setta, Spinello sarebbe stato risparmiato dalla fine del mondo annunciata dai Maya il 21 dicembre 2012. Per sfuggire alla catastrofe molti seguaci italiani di Ramtha si sono trasferiti in questo luogo. La comunità nel Paese avrebbe superato i 70 membri e alcuni di questi hanno costruito anche dei bunker, come i coniugi romani.

I consigli online sul rifugio da costruire

Ramtha non parla di fine del mondo, ma di un mondo che cambia. Dice che ci saranno dei periodi difficili, quindi ha raccomandato di avere dei rifugi in cui proteggersi da intemperie, catastrofi naturali e altre emergenze” ha spiegato uno studente della scuola spirituale, che ha aggiunto di non aver mai conosciuto i coniugi. I due avevano realizzato un bunker e avevano divulgato le caratteristiche su un forum online. “Esclusivamente sulla base della mia esperienza personale, cercherò di indicare alcuni punti importanti per ottenere energia, mantenendo in sicurezza la zona abitabile di un rifugio. Visto il poco tempo rimasto per prepararci, consiglio di rivolgere l’attenzione a macchine e apparati già esistenti, partendo da quelli meno inquinanti” aveva scritto Paolo Neri sul sito. “Per il vostro rifugio usate solo mobili in legno. I truciolati e i compensati contengono formaldeide che, rilasciata in un piccolo ambiente in modo costante, risulta irritante per occhi, gola e polmoni” aveva aggiunto.

Contents.media
Ultima ora