×

Rapina alla gioielleria Grinzane Cavour, l’esito delle indagini: “Tutti colpi esplosi all’esterno”

L'esito delle indagini sulla rapina alla gioielleria Grinzane Cavour svela che tutti i colpi sono stati esplosi all'esterno.

Rapina

Mario Roggero, 66 anni, titolare della gioielleria, è indagato per omicidio colposo ed eccesso di legittima difesa. L’esito delle indagini ha svelato che tutti i colpi sono stati esplosi all’esterno. Se il quadro della procura dovesse essere confermato, l’uomo potrebbe rischiare conseguenze legali più gravi. 

Rapina alla gioielleria Grinzane Cavour: colpi esplosi all’esterno

I colpi di pistola che, lo scorso 28 aprile, hanno ucciso Andrea Spinelli e Giuseppe Marazzino, e ferito Alessandro Modica, sono stati “tutti esplosi all’esterno del negozio“. A renderlo noto la procura di Asti, dopo l’esito delle indagini che sono state condotte fino a questo momento, sulla tentata rapina alla gioielleria di Grinzane Cavour, a Cuneo. Il titolare del negozio, Mario Roggero, di 66 anni, al momento è indagato per omicidio colposo ed eccesso di legittima difesa.

Il rapinatore rimasto ferito, invece, si trova in carcere a Cuneo con l’accusa di rapina in concorso. Il quadro emerso potrebbe aggravare la posizione del titolare della gioielleria. 

Rapina alla gioielleria Grinzane Cavour: la rapina

I rapinatori erano entrati nella gioielleria armati, con una pistola e un coltello, e avevano minacciato Mario Roggero, sua moglie e sua figlia. Il gioielliere e la figlia erano già stati picchiati e rapinati qualche anno fa.

Secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti, i rapinatori hanno cercato di fuggire, ma l’uomo di 66 anni li ha inseguiti e, con la pistola regolarmente detenuta, gli ha sparato contro. “In particolare allorché i rapinatori si davano alla fuga sulla pubblica via, il gioielliere con l’arma colpiva in successione Alessandro Modica alla gamba destra – ferendolo – nonché Andrea Spinelli al fianco destro e Giuseppe Mazzarino alle spalle – ciascuno attinto al cuore da un proiettile che ne cagionava la morte” ha scritto la Procura. 

Rapina alla gioielleria Grinzane Cavour: gravi conseguenze

Se il quadro delineato dalla procura dovesse essere confermato, Mario Roggero, titolare della gioielleria, potrebbe rischiare delle conseguenze legali davvero molto gravi. “Ho dovuto scegliere tra la loro vita e la nostra” aveva dichiarato più volte il 66enne. La Procura di Asti ha spiegato che andranno avanti con gli accertamenti, avvalendosi del Comando Compagnia Carabinieri di Alba e dei consulenti medico-legale e balistico. I consulenti si sono recati in Via Garibaldi per riuscire a ricostruire la sparatoria. “Una volta ricostruito il fatto in modo completo gli uffici provvederanno alla sua conforme qualificazione giuridica e alle conseguenti determinazioni” ha spiegato il procuratore Alberto Perduca, che coordina l’inchiesta. 

Contents.media
Ultima ora