> > Rapper russo si suicida per non andare a fare la guerra di Putin

Rapper russo si suicida per non andare a fare la guerra di Putin

Ivan Vitalievich Petunin, in arte Walkie

Aveva già prestato servizio militare ed era stato curato per "problemi psicologici", un rapper russo si suicida per non andare a fare la guerra di Putin

Il Daily Mail sta raccontando al mondo la vicenda di un rapper russo che si suicida per non andare a fare la guerra di Vladimir Putin.

Walkie, nome d’arte del 27enne Ivan Vitalievich Petunin, si è toto la vita a Krasnodar nella Russia meridionale. E secondo il media britannico il musicista ha messo in atto quel gesto estremo “per evitare di essere arruolato per combattere in Ucraina”

Suicida per non andare alla guerra di Putin

Il giovanissimo artista aveva solotanto 27 anni e, come spiegano i media che hanno ripreso la notizia, il suo corpo è stato trovato vicino a un grattacielo in Congressnaya Street.

E Walkie il suo gesto lo avrebbe anche motivato sui social:  prima di uccidersi Ivan Vitalievich Petunin è tornato ad essere Walkie ed ha pubblicato un video messaggio su Telegram in cui ha affermato di “non volere uccidere nessuno in nome di alcun ideale”

“Se state guardando sono già morto”

Petunin aveva già prestato servizio nell’esercito russo ed era stato curato in un ospedale psichiatrico. Nel rivolgersi a fan e followers Walkie ha detto:  “Se state guardando questo video, allora non sono più vivo.

Non posso sopportare il peccato dell’omicidio sulla mia anima. Non voglio. Non sono pronto a uccidere per qualsiasi ideale”. Sarebbero oltre 194mila i cittadini russi che sono già fuggiti in Georgia, Kazakistan e Finlandia per sfuggire alla mobilitazione dei riservisti.