Rapporto sessuale tra ottantenne e badante: lei muore di infarto
Rapporto sessuale tra ottantenne e badante: lei muore di infarto
Sesso & Coppia

Rapporto sessuale tra ottantenne e badante: lei muore di infarto

Affetto
Badante e anziano assistito

A Padova un uomo di quasi 80 anni, M.B., ha avuto un rapporto sessuale con la sua badante, una donna moldava di 52 anni, e a lei è venuto un infarto che le costa la vita. Era una di famiglia.

L’episodio

A passeggio

A Padova, frazione di Camin, un vedovo 79enne, M.B., ha avuto una notte di sesso con la badante, una 52enne moldava, e a lei è venuto un infarto, che le è stato fatale. L’uomo ha chiamato i soccorsi, raccontando alla polizia e al 118 che, dopo il rapporto sessuale, si era alzato per andare in bagno, ma quando è tornato, ha trovato la donna in stato di incoscienza nel letto, e anzi credeva che fosse già morta – ha proprio detto: “C’è un morto nel mio letto”. I sanitari, resisi conto che respirava ancora, hanno cercato di rianimarla e l’hanno portata via in ambulanza, facendola ricoverare nel reparto di Cardiologia dove si aspettavano che sarebbero riusciti a salvarla, ma dopo qualche ora, la badante è spirata. Sulla vicenda è stata aperta un’inchiesta per “infarto indotto”: gli inquirenti hanno ipotizzato, oltre alla presenza di una malattia cardiaca nella donna della quale nessuno sapeva nulla, che nel cadavere vi fosse un mix di droghe, o farmaci o forse qualche bevanda di troppo ingerita prima dell’amplesso e hanno ordinato un esame autoptico e tossicologico per stabilire le cause del decesso della donna, che invece l’uomo sperava tornasse presto a casa.

Ci si aspetterebbe che in un malaugurato caso simile sia l’anziano a non “reggere” e magari a morire di crepacuore, invece è successo a colei che lo assisteva, e nonostante i quasi 30 anni di differenza.

I commenti dei familiari dell’uomo

Tra badante e anziano
Addolorati per quanto accaduto anche i familiari dell’uomo, i quali evidentemente sapevano che tra lui e la badante c’era molto più di un rapporto di assistenza dell’una nei confronti dell’altro. Parlano della donna come “Una persona che, da oltre dieci anni – più o meno il periodo in cui l’uomo aveva perso la moglie -, fa parte della nostra famiglia e a cui siamo legati per stima e affetto in modo profondo”, e a cui auguravano di riprendersi presto, come purtroppo non è stato. Una storia che, a quanto pare, è ben diversa dalle “solite” e ben al di là degli stereotipi sull’anziano che fa sesso con la badante che vuole farsi sposare e poi magari lo deruba, oppure da quelle dell’anziano che fa ricatti “hard”, molesta sessualmente o violenta la sua badante, e purtroppo una storia assolutamente non a lieto fine.

Dispiace per la signora e per il vecchietto, perchè tra loro sembra esserci stato un legame davvero profondo e non una “storia di sesso vissuto a tarda” età che rischia di venire crudelmente banalizzata. Ora ci vogliono soltanto silenzio e rispetto per quanto è accaduto e per quest’uomo ormai 80enne che si ritrova di nuovo solo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche