×

Razzi controcarro, cosa sono le armi che la Nato dà all’Ucraina per combattere la Russia

Cosa sono i razzi controcarro, una delle armi che la Nato fornirà all'Ucraina, e perché la Russia ne teme l'utilizzo.

Razzi controcarro cosa sono

Tra le armi che l’Occidente consegnerà all’Ucraina vi sono anche i razzi controcarro, missili terra-aria che si dirigono automaticamente verso gli obiettivi: si tratta di mezzi che potrebbero infliggere grandi perdite alla Russia come già accaduto in questi giorni con i primi duemila consegnati dal governo britannico.

Razzi controcarro: cosa sono

Questo tipo di armi ha infatti una grande capacità distruttiva grazie al software di guida che punta sulla parte superiore degli obiettivi, quella meno blindata, e alle corazze reattive che esplodono all’impatto dei missili per vanificare l’effetto delle testate a carica.

Il problema risiede nella difficoltà di farli giungere in territorio ucraino. Se infatti i razzi britannici sono arrivati in aereo, ora non è più possibile optare per questa rotta perché la Russia controlla lo spazio.

L’unica va rimane dunque quella del trasporto stradale. Alcuni starebbero già transitando a bordo di furgoni attraverso la Polonia in quella che è un’operazione segretissima.

Razzi controcarro: come la Russia tenta di fermarli

Le carovane starebbero attraversando il fiume Dnepr per arrivare al ponte anche se sarà quasi impossibile raggiungere Kiev perché le strade sono piene di tank. Per i russi rimane comunque molto difficile bloccarli perché il confine polacco è pieno di strade e i camion si infilano in sentieri e foreste.

Mosca ha schierato squadroni di elicotteri in Bielorussia vicino al confine con la Polonia e verranno utilizzati anche i droni da ricognizione e d’attacco.

Contents.media
Ultima ora