×

Record di morti quotidiani in Brasile: 3650 con 84.245 nuovi contagi

Lo stato di San Paolo, le varianti e una situazione politica particolare: cosa c'è dietro il nuovo e terribile record di morti quotidiani in Brasile

Record di morti quotidiani in Brasile: 3650 con 84.245 nuovi contagi
Il Brasile ha registrato un nuovo record di morti e contagi da covid

Nuovo record di morti per covid in un solo giorno per il Brasile: nelle ultime 24 ore sono state 3.650 le vittime ascrivibili alla pandemia. Sul fronte dei contagi non va meglio: quelli censiti alla data del 26 marzo sono numero spaventoso: 84.245.

Solo dieci giorni fa c’era stato un altro triste record superato da quest’ultimo. Un dato tragico che dà la cifra assoluta della violenza con cui il coronavirus sta colpendo il gigantesco paese sudamericano. Ed anche nelle sue dimensioni risiede il tragico segreto di cifre così agghiaccianti, oltre che in una serie di fattori sociopolitici evidenti.

Record di morti: manca uno stato

Il Brasile deve infatti la più parte dei suoi contagi censiti allo stato di San Paolo, che da solo rappresenta per incidenza covid il range medio di uno qualsiasi degli stati mondiali più colpiti.

E, per amaro paradosso, il dato ultimo del Brasile è incompleto: al computo infatti mancherebbero ancora i dati su morti e contagi relativi allo stato di Cearà. Il Consiglio delle segreterie di salute aveva infatti segnalato problemi tecnici che avevano impedito di elaborare una somma più attendibile, a questo punto tragicamente attendibile.

I guai di Bolsonaro

Sul fronte politico il presidente Bolsonaro, amante degli slogan ad effetto, aveva da poco sostituito il suo quinto ministro della Salute.

Lo aveva fatto provvedendo a togliere l’incarico all’ultimo, un generale dell’esercito, che era finito anche sotto inchiesta per la mancata distribuzione di bombole di ossigeno alle popolazioni del Bacino Amazzonico. Sta di fatto che il bilancio totale della pandemia in Brasile sale verso vette tremende. Dall’arrivo del covid in Brasile sono morte 307.112 persone, e 12.404.414 di brasiliani hanno contratto la malattia.

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Giampiero Casoni

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora